Icona Burlamacca caricamento
CarNeVaLaRi.it
Le musiche della Canzonetta dei rioni 1984

Le musiche della Canzonetta dei rioni 1984

Nel 1984 lo spettacolo fu trasferito al Teatro Politeama. Furono confermati, come per tutte le edizioni precedenti, lo scenografo Roberto Querci e i registi Franz Arrighini e Tony Filippini. Vinse il Rione Varignano con la canzone “Risate di Carnevale” dell’indimenticabile Pierino Ghilarducci.

Ecco le musiche della quinta Canzonetta dei rioni: insieme al riproduttore musicale potete anche trovare i testi. Buon ascolto!

Le vele alla marina
si fanno crinolina a ogni sirena.
Vento che bacia, sabbia di seta,
sole che brucia i cuor…
Per te la mascherina
s’è fatta libertà da ogni catena,
voci confuse, labbra dischiuse
come si schiude un fior…

Canzoni e maschere
da tutti il Carnevale vuole un sì.
Cos’è quel sì,
il volo di un coriandolo per chi
ama le maschere…
Bambina da Viareggio non partir,
rimani qui,
l’amore non aspetta un altro dì!
Bocche baciate che sorridono,
occhi che risplendono,
per tutti i sogni che si accendono
e per ogni cuor
ci son le maschere
e dove c’è una maschera c’è amor…

I pini a giorno chiaro
si sono fatti piume nell’azzurro.
Femmina nuda, pronta è la strada
a un’orgia di color…
Per te mille canzoni
si fanno gioventù su ogni domani
di un’ora lieta si fa la vita,
festa per ogni cuor.

Canzoni e maschere
da tutti il Carnevale vuole un sì.
Cos’è quel sì,
il volo di un coriandolo per chi
ama le maschere…
Bambina da Viareggio non partir,
rimani qui,
l’amore non aspetta un altro dì!
Bocche baciate che sorridono,
occhi che risplendono,
per tutti i sogni che si accendono
e per ogni cuor
ci son le maschere
e dove c’è una maschera c’è amor…

Bocche baciate che sorridono,
occhi che risplendono,
per tutti i sogni che si accendono
e per ogni cuor
ci son le maschere
e dove c’è una maschera c’è amor…
C’è amor!

RIONE DARSENA

L’ Italia è una Repubblica, si sa,
e non c’è posto per la monarchia
ma ancora è ignoto chi governerà
la capitale della fantasia.
Per una volta all’anno Viareggio fa eccezione
e pone sul suo trono un re burlone.

Si chiama Re Carnevale
e si distingue per la sua puntualità,
d’inverno ci porta il sole
e a tutti dona un raggio di felicità.
Perfino per l’anziano
che non ce la fa più
è come un’iniezione
di forza e gioventù.
Governa con la saggezza
che la gaiezza non gli fa dimenticar;
con biglietti da un miliardo di sorrisi
sa risolvere ogni crisi
e i bilanci fa quadrar.

È sempre assai difficile trovar
la chiave per formare un buon governo;
non sempre chi comanda ti sa dar
il paradiso invece dell’inferno.
Ma c’è una cittadina che per tre settimane
è governata da un simpaticone.

Si chiama Re Carnevale
e si distingue per la sua puntualità,
d’inverno ci porta il sole
e a tutti dona un raggio di felicità.
Perfino per l’anziano
che non ce la fa più
è come un’iniezione
di forza e gioventù.
Governa con la saggezza
che la gaiezza non gli fa dimenticar;
con biglietti da un miliardo di sorrisi
sa risolvere ogni crisi
e i bilanci fa quadrar.

Perfino per l’anziano
che non ce la fa più
è come un’iniezione
di forza e gioventù.
Governa con la saggezza
che la gaiezza non gli fa dimenticar;
con biglietti da un miliardo di sorrisi
sa risolvere ogni crisi
e i bilanci fa quadrar.
Con biglietti da un miliardo di sorrisi
sa risolvere ogni crisi
e i bilanci fa quadrar.

RIONE TORRE DEL LAGO

Il mio più grande amore nella vita
sei solo tu, mia piccola città;
coriandoli e canzoni per le strade
la noia non sta di casa qua.
Se punti l’occhio verso l’orizzonte
la musica dal mare arriverà,
raccoglie il suo messaggio
e una canzon d’amore
il vento di libeccio porterà da te
e in questo paradiso
ti resterà il sorriso
di questo nostro grande Carneval.

E allora canta così
quando il sole ti accarezza,
ti dimentichi l’età;
canta perché
c’è una maschera che aspetta
di incontrare solo te.
Viareggio tu
sei una stella che risplende sempre più.
Nel tuo cielo una nuvola non c’è
oh Viareggio voglio bene solo a te.

Nell’aria senti odor di primavera,
l’inverno piano piano se ne va,
così alle prime luci della sera
la gente si prepara a festeggiar.
Per te che sei venuto da lontano,
vedrai la vita qui ti cambierà.
Puoi vivere cantando
insieme a tutto il mondo
e solamente qui potrai sentirti un re
e in questo paradiso
ti resterà il sorriso
di questo nostro vecchio Carneval.

E allora canta così
quando il sole ti accarezza,
ti dimentichi l’età;
canta perché
c’è una maschera che aspetta
di incontrare solo te.
Viareggio tu
sei una stella che risplende sempre più.
Nel tuo cielo una nuvola non c’è
oh Viareggio voglio bene solo a te.

Viareggio tu
sei una stella che risplende sempre più.
Nel tuo cielo una nuvola non c’è
oh Viareggio voglio bene solo a te.
Nel tuo cielo una nuvola non c’è
oh Viareggio voglio bene solo a te!

RIONE VECCHIA VIAREGGIO

Canta insieme a me Viareggio
che tutto quanto diverrà spettacolo,
andremo tutti sul vial
a festeggiare il Carneval.
Butta via i pensieri,
dimentica i dispiaceri
e la tua vita ti sorriderà.

Se canti insieme a me questa canzone
vedrai l’amor rinascerà
e andremo al baccanal
in maschera a cantar;
nell’aria e in te gioia del Carneval.
Potrai veder sbocciar quell’illusione
che fa diversa tutta quanta la realtà
e metterti nel cuor quell’emozion
per la tua gran felicità.

Vieni al corso mascherato
non indugiare, corri presto qui con me.
La Passeggiata insieme a te
esploderà con il suo re.
Potrai veder la gente
che veste di colore
e vuole folleggiare a Carneval.

Se canti insieme a me questa canzone
vedrai l’amor rinascerà
e andremo al baccanal
in maschera a cantar;
nell’aria e in te gioia del Carneval.
Potrai veder sbocciar quell’illusione
che fa diversa tutta quanta la realtà
e metterti nel cuor quell’emozion
per la tua gran felicità.

Potrai veder sbocciar quell’illusione
che fa diversa tutta quanta la realtà
e metterti nel cuor quell’emozion
per la tua gran felicità.
E metterti nel cuor quell’emozion
per la tua gran felicità!

RIONE MARCO POLO

Viareggio canta, Viareggio balla
e fa l’amore col suo mar,
le stelle in cielo son tanti occhi
stasera andiamo a festeggiar.

Viareggio canta il Carnevale millenario
verde pineta, mare e sole d’or
ed ogni anno qui ci ritroviamo
sempre felici di tanta confusion.
I visi buffi di mille spettatori,
della politica reucci demodé
c’appaion più servi che padroni
di quest’Italia non sono certo i re.

Viareggio splende ancora di ricordi,
la Passeggiata è un unico color,
la bimba d’oro con le gambe al vento
intona ancora l’ennesima canzon.
Ti voglio bene Viareggio mia adorata
e l’allegria è chiusa solo in te,
con quattro carri, un po’ di vino e una risata
vesti la più bella favola che c’è.

Viareggio canta, sul mare ondeggia
la barca a vela di color
e il Margherita si veste a festa
per proclamare un vincitor.

Ti voglio bene Viareggio mia adorata
e l’allegria è chiusa solo in te,
con quattro carri, un po’ di vino e una risata
vesti la più bella favola che c’è.

Nostalgia, nostalgia di questa piccola follia
diventata malattia;
ogni bimbo, ogni donna, ogni signore
contano le ore
che li separano da questa grande festa
hanno tante idee in testa
e coriandoli a volontà

Viareggio sogna le sue canzoni
e ruba un verso al marinar,
l’innamorato le dice “T’amo”,
Viareggio incanta i nostri cuor!

RIONE COMPARINI

Va, la musica va…
E va, la musica va…

Dolce sapore, aria di festa
sei tu la maschera di cartapesta
che prende il cuore, prende la testa
sei l’invenzione del vecchio carrista…

Va, la musica va…
E va, la musica va…

Anni di storia sulla sua pelle
di verità data in pasto alle folle
con la miseria, zucchero e stelle
mentre le sfingi raccontano balle…

Va, la musica va…
E va, la musica va…

Musica vola via,
è Carnevale finalmente,
scherzo dell’ironia
col trucco liberi la gente;
un carosello di maschere
così t’accorgi d’esistere,
sempre più giovane, limpida immagine sei;
è la tua origine povera
che ha dato vita alla satira
suono di cembalo, riso, coriandolo.

Va, la musica va…
E va, la musica va

Vivi con estro e sogni modelli
mani di mago, magia dei pennelli;
il grande maestro, i tuoi ritornelli
del Carnevale scatenano i balli…

Va, la musica va…
E va, la musica va…

Scendi nel corso, ridi giullare
c’è tutto il mondo che vuole capire
questo universo da giocoliere
che ruba l’anima e fa innamorare…

Va, la musica va…
E va, la musica va…

Musica vola via,
è Carnevale finalmente,
scherzo dell’ironia
col trucco liberi la gente;
un carosello di maschere
così t’accorgi d’esistere,
sempre più giovane, limpida immagine sei;
è la tua origine povera
che ha dato vita alla satira
suono di cembalo, riso, coriandolo.

Va, la musica va…
E va, la musica va…

Musica vola via,
è Carnevale finalmente,
scherzo dell’ironia
col trucco liberi la gente;
un carosello di maschere
così t’accorgi d’esistere,
sempre più giovane, limpida immagine sei;
è la tua origine povera
che ha dato vita alla satira
suono di cembalo, riso, coriandolo.

Va, la musica va…
E va, la musica va…

Musica vola via
è Carnevale finalmente
scherzo dell’ironia
col trucco liberi la gente. (X6)

RIONE MIGLIARINA

Senti ragazzo:
dappertutto t’affoga
la politica, il sesso e la droga.
Senti ragazzo:
c’è la guerra nell’aria
e qui c’è l’arte sì, ma culinaria.
Se sei onesto e preparato
troverai…
Qualche ladro tesserato
e sono guai.

Viareggio basta
con gli intrallazzi!
Apri le porte
chiama i ragazzi e poi…

Balla!
Sei lieve, sei una farfalla
nel blu.
Bella!
Più libera di una stella
sei tu.
Diglielo al mondo
che cosa magica sarebbe la vita
se fosse come questo gran girotondo
lungo il viale Margherita
con te.

Senti? Ti chiama la festa!
Forse ti gira la testa?
Non ci far caso, è un effetto
lo dà il Carnevale
che male non è;

Viareggio balla!
La maschera tua più bella sarà
se, scherzando, dirà la verità.

Senti ragazza:
tu sei bella e carina
se stai sempre più nuda in vetrina.
Senti ragazza:
se il tuo mondo è poesia
non ha prezzo e lo buttano via.
Se a vent’anni sei già stanca
vieni qui.
Il tuo nuovo conto in banca
fa così:

Viareggio basta
con gli intrallazzi!
Apri le porte,
chiama i ragazzi e poi…

Balla!
Sei lieve, sei una farfalla
nel blu.
Bella!
Più libera di una stella
sei tu.
Diglielo al mondo
che cosa magica sarebbe la vita
se fosse come questo gran girotondo
lungo il viale Margherita
con te.

Senti? Ti chiama la festa!
Forse ti gira la testa?
Non ci far caso, è un effetto
lo dà il Carnevale
che male non è;

Viareggio balla!
La maschera tua più bella sarà
se, scherzando, dirà la verità.

Senti? Ti chiama la festa!
Forse ti gira la testa?
Non ci far caso, è un effetto
lo dà il Carnevale
che male non è;

Viareggio balla!
La maschera tua più bella sarà
se scherzando dirà…
Se scherzando dirà…
se, scherzando, dirà…

Ma ci vai al mare,
ma ci vai al mare,
ma ci vai al mare,
No! (X6)

RIONE CENTRO

C’è chi gioca con le carte,
c’è chi gioca col biliardo,
c’è chi gioca la schedina
per un tredici miliardo.
C’è chi gioca con la vita
perché ha voglia d’avventura;
a Viareggio il Carnevale
gioca solo con l’amor.

Cosa aspetti a comprare un biglietto
al botteghino della fantasia,
costa poco e dà diritto
di giocare un terno al lotto
sulla ruota dell’allegria.
I viali del bel lungomare
son la roulette di Re Carneval.
Tutti possono puntare
e ciascuno vincerà
la lotteria della felicità.

Carnevale di Viareggio,
toccasana d’ogni male,
ormai meriti l’azzurro
della maglia nazionale.
Non ci sono paragoni
per la gara che hai inventato,
con un ricco montepremi
di sorrisi e gioventù.

Cosa aspetti a comprare un biglietto
al botteghino della fantasia,
costa poco e dà diritto
di giocare un terno al lotto
sulla ruota dell’allegria.
I viali del bel lungomare
son la roulette di Re Carneval.
Tutti possono puntare
e ciascuno vincerà
la lotteria della felicità.

I viali del bel lungomare
son la roulette di Re Carneval.
Tutti possono puntare
e ciascuno vincerà
la lotteria della felicità.

Tutti possono puntare
e ciascuno vincerà…
La lotteria della felicità!

RIONE 4 VENTI

Due volti baciati dal crepuscolo d’or,
va festosa una folla di baccanti,
corre ridendo con la gioia nel cuor
e cantan tutti,
rendendo omaggio
al Carneval.

Oh gran burlone, gaio e giocondo
tutto colori, forse credi di esser tu
il grande mago, pien di mistero
che qui a Viareggio invita tutti al buonumor.
In riva al mare ci fai sognare
vieni bambina sotto questo cielo blu
a Viareggio è Carnevale,
la tristezza non esiste più.

Da carri maestosi che si specchian sul mar
sta delirando questa gente di passione
lungo la spiaggia, al tramonto del sol,
rosseggia il mare
che a Carnevale
folleggia qua e là…

Oh gran burlone, gaio e giocondo
tutto colori, forse credi di esser tu
il grande mago, pien di mistero
che qui a Viareggio invita tutti al buonumor.
In riva al mare ci fai sognare
vieni bambina sotto questo cielo blu
a Viareggio è Carnevale,
la tristezza non esiste più.

In riva al mare ci fai sognare
vieni bambina sotto questo cielo blu
a Viareggio è Carnevale,
la tristezza non esiste più.
A Viareggio è Carnevale,
la tristezza…
Non esiste più!

RIONE MARE

Questo è un ballo che si balla
per le strade a Carnevale,
chi sta bene, chi sta male,
chi gli scherzi non sa fare.
Con le gambe un po’ a marcetta,
come andassi in bicicletta,
un cappello e una trombetta
e cominci a strombettare.
(E cominci a strombettare)

Muovi la testa come fa Re Carnevale
quel mascherone, un po’ burlone
solo a Viareggio lo troverai;
muovi la testa come fa Re Carnevale
con quel suo stile così geniale
ti mette in cuore tanta felicità!

Alza in aria le tue mani
come fosse una Vittoria,
se ‘un t’inganna la memoria
anche il naso puoi grattare.
Balla balla a Carnevale,
balla balla oh mattacchione,
anche se tu sei in pensione
quattro salti li puoi fare.
(Quattro salti li puoi fare)

Muovi la testa come fa Re Carnevale
quel mascherone, un po’ burlone
solo a Viareggio lo troverai;
muovi la testa come fa Re Carnevale
con quel suo stile così geniale
ti mette in cuore tanta felicità!

Muovi la testa come fa Re Carnevale
quel mascherone, un po’ burlone
solo a Viareggio lo troverai;
muovi la testa come fa Re Carnevale
con quel suo stile così geniale
ti mette in cuore tanta felicità!

Muovi la testa come fa Re Carnevale
quel mascherone, un po’ burlone
solo a Viareggio lo troverai;
muovi la testa come fa Re Carnevale
con quel suo stile così geniale
ti mette in cuore tanta felicità!

RIONE VARIGNANO – 1° PREMIO

Link utili

  • L’albo d’oro delle canzoni del Carnevale di Viareggio è riportato in questa pagina.
  • Per tornare alla pagina delle edizioni passate clicca qui!
  • I testi dei Festival di Burlamacco li potete trovare in questa pagina.