Icona Burlamacca caricamento
CarNeVaLaRi.it
Le musiche di Canzonissima 2021

Le musiche di Canzonissima 2021

Ecco le musiche della prima edizione di Canzonissima: insieme al riproduttore musicale potete anche trovare i testi. Buon ascolto!

Luce, orchestra e stand, tutto è pronto ormai
Vieni e vedrai
Io ti aspetto al ponte, chi interpreterai?
Truccati e saprai
Una bolgia assurda che coinvolgerà
Corpo e testa, sai
Col trenino riesci a passar di là
Dondolando vai

Oh mascherina, balla insieme a me
Tutto è colore e festa, dai
L’occhio di bue inquadra solo te
Che volteggiando te ne vai

I quadri di Viani in bianco e nero, ma
Guarda e vedrai
Volti rudi ed aspri prender vita al CRO
Tu li incontrerai
Maestri d’ascia e vita, parlan poco, ma
Tu li capirai
Quella forza propria di gente di mare
Che rispetterai

La Madonnina veglia su di te
Il faro ti accompagnerà
Verso quel porto riparato che
Ti proteggerà

Via Coppino esplod,e mascherate e carri
Ecco il baccanale
La cucina sforna riso in quantità
Oh mamma che bontà
Il Palapolpo greme, tutti stretti là
Insieme a folleggiar
Una magia speciale il polpo inventerà
E ti farà tornar

Oh mascherina balla insieme a me
Tutto è colore e festa, dai
L’occhio di bue inquadra solo te
Che volteggiando te ne vai

Viareggio sogna e balla insieme a me
Tutto è colore e festa, dai
La luce adesso qui si spegnerà
Con un abbraccio darsenotto
Tu trascini la città

E tutto è sempre così facile
quando mi sento fragile,
rimani accanto a me.
Quella dolcezza del tuo vivere,
leggera ed impossibile,
in questa musica che danza con te.
Sono coriandoli che volano via,
scintille accese della mia fantasia,
nel blu sospeso, il desiderio
per te, che stringo ancora.

C’è che manchi come il mare e il sole,
c’è che fai volare il mio aquilone,
c’è che poi non posso più aspettare
con la voglia di ricominciare;
in te che mi hai lasciato un vero amore,
in te un mio sospiro al muraglione
come rondini di fine estate
i miei ricordi vorrei liberare.

Nelle mie tasche ho mille favole,
riscrivo alcune pagine
che parlano di te,
che lascio il segno nel mio vivere,
profondo ed impossibile,
in una musica che poi tornerà
con questa luna che mi porterò via,
come il satellite della fantasia.
Nel blu sospeso, il mio pensiero
per te, che torna ancora.

C’è che manchi come il mare e il sole,
c’è che fai volare il mio aquilone,
c’è che poi non posso più aspettare
con la voglia di ricominciare;
in te che mi hai lasciato un vero amore,
in te un mio sospiro al muraglione
come rondini di fine estate
i miei ricordi vorrei liberare…
Con te.

C’è che sei l’istante mai finito,
c’è che sei la piuma sul mio dito,
vorrei dirti ancora che ti amo.
Tra le maschere ricominciamo qui…
Io e te.

Non se ne parla sui giornali,
nemmeno di nascosto sui diari.
Eppure ce ne sono tanti,
armati di scarponi e guanti.
Sono nascosti dentro i cari,
anima e forza senza pari.
Aspettano anche loro il colpo del cannone,
in posizione e dentro il proprio mascherone.

E quando il terzo colpo ci dà il via,
grazie a loro comincia la magia.

È il movimentista
che dà vita all’opera e all’artista,
perché sarebbe solo un mascherone,
tutto di ferro, senza emozione.
È il movimentista,
anche se non è in vista,
è l’animatore protagonista
è il Carnevale del…
Del movimentista.

Quando ormai il corso è finito
lui non muove più nemmeno un dito,
ha dolore da tutte le parti,
guarda i mascheroni, come salutarti.
Tutto è fermo ed in silenzio,
storditi da questo assenzio,
in terra coriandoli e bombolette spray,
il suo Carnevale non si ferma mai.

E prima di andare a cena al rione
si ferma dalla Fauzia e prende un bombolone.

È il movimentista
che dà vita all’opera e all’artista,
perché sarebbe solo un mascherone,
tutto di ferro, senza emozione.
È il movimentista,
anche se non è in vista,
è l’animatore protagonista
è il Carnevale del…
Del movimentista.

Quando, da uno spiraglio, il mascherone
scorge sul viso di un bimbo l’emozione,
è la stessa che tanti anni fa
mi bagnò il viso sulle spalle di papà.
E per questo mai dirà:
“Ma chi me l’ha fatto fa’?”.

È il movimentista
che dà vita all’opera e all’artista,
perché sarebbe solo un mascherone,
tutto di ferro, senza emozione.
È il movimentista,
anche se non è in vista,
è l’animatore protagonista
è il Carnevale del…
Del movimentista.

Un colpo di cannone
è iniziato il Carnevale,
ti porterà a Viareggio
tra coriandoli e il libeccio…
Cartapesta e tradizione,
poi la sera ai rioni,
il baccanale e le cucine,
complessini e mascherine…

Sfilan carri colorati
sui viali affollati,
poi i fuochi incantati
di verdetti contestati…
I coltellacci abbiamo in testa,
coppa di Champagne è festa,
la città è tutta un colore,
Carnevale del buon umore…

…E vai, e vai, a Viareggio vai,
è un’emozione che è contagiosa
nata a Viareggio, lo sai?
Nell’Ottocentosettantatré,
nel casinò al Gran Caffè.
…E vai, e vai, a Viareggio vai,
ricorda i fasti del gatto Mao,
dell’orso bianco e il Politeama,
stupisce sempre le aspettative
a Viareggio, lo sai?
Quel turista che si stupisce,
ama Viareggio e il suo Carnevale…

Iniziò nella Via Regia,
ma a fermarlo fu la guerra.
Dal ’21 il Carnevale
è il migliore della Terra.
Un colpo di maestrale,
la sabbia nei capelli,
abbiamo il record olimpionico indiscusso…
Del divertimento.

…E vai, e vai, a Viareggio vai,
è un’emozione che è contagiosa
nata a Viareggio, lo sai?
Nell’Ottocentosettantatré,
nel casinò al Gran Caffè.
…E vai, e vai, a Viareggio vai,
ricorda i fasti del gatto Mao,
dell’orso bianco e il Politeama.
Stupisce sempre le aspettative
a Viareggio, lo sai?
Quel turista che si stupisce,
ama Viareggio e il suo Carneval…

Burlamacco e Ondina stretti,
col Casani ed il Malfatti,
il finale e quei tre scoppi
che ci fanno tremolar…
I coriandoli e la festa,
canzonette e cartapesta.
Un bicchiere di buon vino
e a Viareggio torni bambino…
E a Viareggio torni bambino…

Sono notti vagabonde,
dove il cielo si confonde
e Viareggio si risveglierà.

Portami sul lungomare,
c’è un sogno ancora da rifare,
perché è lì che resterò,
al fianco di un coriandolo.
In solo cinque movimenti,
è come un quadro di Possenti,
tutto si colora già
insieme alla mia libertà.

C’è una stella lontana, lontana lassù,
c’è una maschera bianca, dipingila tu.
È la luna e si mette gli occhiali,
poi canta così:

Quanta fantasia mi serve
per alzare la marea,
per non fare un Carnevale
ne servirà di più.
Prestami un’idea
Viareggio è così piena d’allegria
che scenderò giù,
in un mare di girandole e blu.

Sono nato mascherone
e vedo oltre le montagne.
Il carrista lui lo sa
da dove nasce l’anima.

C’è una stella lontana, lontana lassù,
c’è una maschera bianca, dipingila tu.
È la luna e si mette gli occhiali,
poi canta così:

Quanta fantasia mi serve
per alzare la marea,
per non fare un Carnevale
ne servirà di più.
Prestami un’idea
Viareggio è così piena d’allegria
che scenderò giù,
in un mare di girandole e blu.

Sono notti vagabonde,
dove il cielo si confonde
e Viareggio si risveglierà.
Angoli di baraonde,
anche il cuore mi sorprende,
è sorgente di una musica.

Prestami un’idea
Viareggio è così piena d’allegria
che scenderò giù,
in un mare di girandole e blu.

Ci daremo il primo bacio
sotto i fuochi d’artificio
e la sveglia presto suonerà.

Viareggio
ti potrà scaldare il cuore,
ti saprà calmare il mare,
lei ti stupirà.
Libero senza pensieri,
vesti magici colori,
lei ti abbraccerà.
Anche dal volo di un coriandolo
puoi ritrovare in te
quel bimbo che non fosti più.
Saprai da un piccolo pensiero
amare questa mia città
fatta di sogni, di realtà.

Saprai spiegarmi fino in fondo
che cosa si nasconde in un sorriso.
Saprai che in fondo è solo un gesto
che asciugherà una lacrima dal viso.
Vorrei provare a immaginare
che illumini i sentieri della vita.
Vorrei vedessi che dal niente
si può creare un mondo di magia.
Puoi farlo per davvero…
Possiamo farlo noi.

Viareggio
ti potrà scaldare il cuore,
ti saprà calmare il mare,
lei ti stupirà.
Libero senza pensieri,
vesti magici colori,
lei ti abbraccerà.
Anche dal volo di un coriandolo
puoi ritrovare in te
quel bimbo che non fosti più.
Saprai da un piccolo pensiero
amare questa mia città
fatta di sogni, di realtà.

È qua, la sento all’improvviso,
è come frenesia, è come un paradiso.
È qua, ti gira tutto in testa
e vola la tua anima e poi questo resta. (Sì)
L’ha fatto per davvero…
Noi siamo qui con te.

Viareggio
ti potrà scaldare il cuore,
ti saprà calmare il mare,
lei ti stupirà.
Libero senza pensieri,
vesti magici colori,
lei ti abbraccerà.
Anche dal volo di un coriandolo
puoi ritrovare in te
quel bimbo che non fosti più.
Saprai da un piccolo pensiero
amare questa mia città
fatta di sogni, di realtà.

Anche quando tutto finirà, (E tutto poi qui tace)
resterà quel velo di magia. (Tutto va via)
Io potrò tornare ancora qua (Sia solo un sogno)
perché io so: (Qua io ora so)
qui i sogni son realtà!

Anche dal volo di un coriandolo
puoi ritrovare in te
quel bimbo che non fosti più.
Saprai da un piccolo pensiero
amare questa mia città
fatta di sogni, di realtà.

Ora siamo qua,
noi siamo il sogno e la realtà.
Viareggio sa donare
felicità!

Si veste il quartiere
di sogni e bandiere,
s’accendono colori per rivivere.
Le strade del cuore
risuonano ancora,
le note delle nostre
tenue musiche.
Sentirò l’amore per il mio rione,
volano coriandoli nel nostro cielo.
Noi saremo ancora
sogno nella nostra libertà.

E stasera balleremo come ieri
fra coriandoli e bandiere,
sei luce nelle vie della città.
Stelle che diventano filanti
che colorano gli istanti
più belli che Viareggio ti darà.
Io ti sento, parlami
di tutte quelle storie da proteggere,
di tutti questi amori fra le maschere
che vivono con te,
sotto il nostro cielo.

O terra di mare,
coriandoli e sale,
su prati di pinete fammi credere
che può nascere un fiore
e torniamo ancora
sui viali dell’immenso a Carnevale.
Sentirò l’amore per il mio rione,
volano coriandoli nel nostro cielo.
Noi saremo ancora
sogno nella nostra libertà.

E stasera balleremo come ieri
fra coriandoli e bandiere,
sei luce nelle vie della città.
Stelle che diventano filanti
che colorano gli istanti
più belli che Viareggio ti darà.
Io ti sento, parlami
di tutte quelle storie da proteggere,
di tutti questi amori fra le maschere
che vivono con te,
sotto il nostro cielo.

E stasera balleremo come ieri
fra coriandoli e bandiere,
sei luce nelle vie della città.
Stelle che diventano filanti
che colorano gli istanti
più belli che Viareggio ti darà.
Io ti sento, parlami
di tutte quelle storie da proteggere,
di tutti questi amori fra le maschere
che vivono con te,
sotto il nostro cielo.

Torna il sorriso
Con un abbraccio dai spazio alla vita
È la tua luce brilla nel cielo
Dove un pagliaccio ritorna a sognare
Una nuova realtà

Mentre ogni cuore riscalderà
Mille coriandoli cadono giù
Luce che passa per la città
Vecchi ricordi accarezzano il blu
E adesso noi siamo così
Stretti in un unico abbraccio d’amore
Perché a Viareggio ritornerà
Il Carnevale

Note di musica
Che scioglie l’anima
La sensazione di vero amore
Di libertà (Libertà)
Scendono lacrime
Di pioggia magica
È l’emozione di un fuoco in aria che mostrerà
Un arcobaleno di felicità

E se un ricordo torna da te
Stringilo forte che nasce un’idea
Un sentimento senza un perché
Crea un orizzonte oltre l’alta marea
Il vento soffia sopra di noi
Viene dal mare un sospiro d’amore
Dentro un abbraccio ritroverai
Il Carnevale

Note di musica
Che scioglie l’anima
La sensazione di vero amore
Di libertà (Libertà)
Scendono lacrime
Di pioggia magica
È l’emozione di un fuoco in aria che mostrerà
Un arcobaleno di felicità (Di felicità)

Dentro un abbraccio ritroverai
Il Carnevale

Ancora musica
Che scalda l’anima
E questo inverno che è chiuso dentro
Scomparirà
E adesso insieme noi
Possiamo farcela
Con un abbraccio, ridi pagliaccio che tornerà
Un arcobaleno di felicità

Silenzio, buio e freddo
Polvere ogni dove
Sono un vecchio mascherone
Appeso in questo baraccone
Si spalanca già il portone
Vedo pile di giornali
Colla calda in pentolone
E fogli volan qua e là

Una vita sta fiorendo
Sorride al Carnevale
Prende forma dall’argilla
Dallo stampo lui vivrà
Il nuovo mascherone
Linguaccia già ti fa
Un giorno, che ricordi
Anch’io vivevo di felicità

Sento già la musica, risuona qua e là
Dal Campo d’Aviazione al grande Royal
Sorridi canta e ridi, oggi tu sarai il Re
Principe sul Carro, magia del Carneval

E volerai
Di giallo, azzurro, fucsia vestirai
Coriandoli al tramonto piangerai
Con quei sorrisi accesi di magia
Sul carro ti vedrò
Sul gran viale scivolando andrai
Nel mare di sorrisi annegherai
Una lacrima sul viso proverai
Ai tre colpi di cannon saprai
Che la tua vita, è tutta qua

Se è un sogno non svegliarmi
Il viale vedo sai
Respiro sole e sale
Dal gran Verone vedo il mare
Sento la magia
Questa eterna frenesia
Ricordo ogni colore
Riassaporo ogni emozione

Ti vedo già sfilare
Regalami un sorriso
Dal carro Re giocondo
Regala la tua gioia al mondo
Vivi il carnevale
I tre colpi di cannone
Tra polvere di stelle
E il rientro al baraccone

Senti già la musica, risuona qua e là
Dal Campo d’Aviazione al Grande Royal
Sorridi canta e ridi, oggi tu sarai il Re
Principe sul Carro, magia del Carneval

E volerò
Di giallo, azzurro, fucsia vestirò
Coriandoli al tramonto piangerò
Con quei sorrisi accesi di magia
Sul carro ti vedrò
Sul gran viale scivolando andrò
Nel mare di sorrisi annegherò
Una lacrima sul viso proverò
Ai tre colpi di cannon saprò
Che la mia vita, è tutta qua

Link utili

  • L’albo d’oro delle canzoni del Carnevale di Viareggio è riportato in questa pagina.
  • Per tornare alla pagina delle edizioni passate clicca qui!
  • I testi dei Festival di Burlamacco li potete trovare in questa pagina.