Festival Latino-Americano alla Cittadella

Dall’ 8 al 16 agosto 2008, della Cittadella del Carnevale, Festival Latino-Americano. Ogni serata presenterà aspetti diversi della cultura musicale latinoamericana, dalla salsa alla bossa nova, con spazi dedicati alla cultura, all’artigianato e alla cucina.

Attesi grandi nomi, per la serata inaugurale di venerdì 8 agosto è in programma il concerto di Toquinho, lo straordinario chitarrista e cantante brasiliano di origini molisane. Considerato uno dei protagonisti indiscussi della bossa nova, l’artista, dal 1965 a oggi, ha pubblicato ben 77 dischi diventando popolarissimo in Italia grazie alle sue collaborazioni con Sergio Endrigo e Ennio Morricone.

Si prosegue il 9 agosto con la band italiana Cromalatina, un gruppo di musica salsa, nato a Cattolica nel 2001 e composto da 9 musicisti; la loro particolarità è quella di proporre, “in chiave salsa”, i successi della musica italiana.

Il 10 agosto, direttamente dalla Repubblica Dominicana, arriva il duo più famoso di bachata di musica caraibica, Monchy e Alexandra. Trentenni, Ramón E. Rijo (Monchy) e Alexandra Cabrera (Alexandra), sono conosciuti in tutto il mondo per i loro dischi “Hoja en blanco”, “Unplugged” e “Confesiones” che hanno venduto più di mezzo milione di copie.

L’ 11 e il 12 agosto due appuntamenti con la musica cubana interpretata magistralmente da El Tosco e la banda Ng. Fondata nel 1998 da José Cortes, detto il “Tosco”, la formazione è composta dal flautista Cortes, dal bassista Feliciano Arango e dal sassofonista Rolando Péres. La prima sera si esibiranno da soli, la seconda insieme ai ballerini di “Amici”, la trasmissione di Maria De Filippi.

Spazio alla più importante orchestra di salsa d’Europa il 13 agosto, con Mercadonegro, composta da 16 musicisti che provengono da 10 nazionalità, la band è stata fondata in Svizzera da immigranti latinoamericani e oggi è impegnata nella diffusione di musica nero-africana in tutto il mondo.

Il 14 agosto uno dei più grandi interpreti della timba cubana, che ha iniziato la sua carriera suonando con Pachito Alonzo, Tirso Duarte. il suo secondo album Timba cubana, lo conferma astro nascente della musica cubana, capace di mescolare con abilità l’eredità musicale assorbita dai grandi maestri e un proprio stile originale, che porta sia nei testi che nella musica. E’ uscito nel gennaio 2008 il suo ultimo album, “Fin del Juego” ed è già un successo.

Il 15 agosto, invece, sarà la volta degli Inti Illimani, lo storico gruppo cileno che presenterà insieme alla musica popolare tradizionale anche brani originali. Il gruppo, nato nel ’67 come complesso folk di musica andina è oggi composto da Jorge Coulon, Marcelo Coulon, Efrèn Viera, Juan Flores, Abel Sanhueza, Luiz Galves, Manuel Meriño, Daniel Cantillana, Cesar Jara, Christiàn Gonzàlez.

L’ultimo appuntamento, il 16, è con Miguel Enriquez, il cantante cubano che ha raggiunto il successo, con il famoso brano “Abre que voy”, il singolo più ballato in Europa fra 2004 e 2005.

Un festival per la musica e il ballo: prima di ogni concerto, e a seguire fino a notte inoltrata, sarà possibile ballare sotto la guida di bravissimi maestri.

Durante la manifestazione sarà possibile visitare mostre fotografiche, consultare libri e organizzare un viaggio in un paese della solare America del Sud.

Il Festival Latino Americano propone inoltre la cucina dell’America Latina, con spazi dedicati ad Argentina, Brasile, Cuba, e Bar dove si possono gustare le bevande, i drink ed i liquori originali. Saranno presenti stand con prodotti dell’artigianato Sud Americano.

Dopo i concerti si balla salsa, con i dj, in una pista di 100 metri quadrati.

Qui trovate il programma completo.

Previous Article
Next Article