Icona Burlamacca caricamento
CarNeVaLaRi.it
Le canzoni del Festival di Burlamacco 2020

Le canzoni del Festival di Burlamacco 2020

Ecco le musiche del quattordicesimo Festival di Burlamacco: insieme al riproduttore musicale potete anche trovare i testi. Per ascoltare tutte le canzoni su Spotify clicca qui. Buon ascolto!

Se vuoi rivedere le serate del Festival di Burlamacco 2020 clicca qui.

Chiedimi che sapore ha
Il salmastro ai bordi dell’alba
Puoi scoprirlo se resti qua
Oggi è carnevale e Viareggio palpita
Colorando la libertà
Coi tuoi sogni chiusi nell’aria
Tutto si trasformerà
In maschere e sorrisi

Dammi la tua mano e balliamo
Oggi non ci fermerà nessuno
Puoi fidarti, vieni e vedrai
Capirai se resti

Qui vicino a me
Contiamo i battiti d’amore
Qui insieme a me
La vita non ha più perché e…
Noi due sopra un coriandolo
Io luna, tu spazio
L’abbraccio che il cuore ci donerà
Canto un’altra canzone
Andando al rione
Con te

Dimmi che sapore ha
Questo bacio ai bordi dell’alba
È già domani mi sa
Ma ci rivedremo ancora

Quando la gioia rompe il silenzio
E i colori invadono ancora il cielo
Saprai che quello è il momento
Aspetto al solito posto

Qui vicino a me
Contiamo i battiti d’amore
Qui insieme a me
La vita non ha più perché e…
Noi due sopra un coriandolo
Io luna, tu spazio
L’abbraccio che il cuore ci donerà
Canto un’altra canzone
Andando al rione
Con te
Con te

Qui vicino a me
Contiamo i battiti d’amore
Qui insieme a me
La vita non ha più perché e…
Resta qui con me
Se vuoi sarà sempre carnevale
Qui insieme a me
La vita riderà perché e…
Noi due sopra un coriandolo
Io luna, tu spazio
L’abbraccio che il cuore ci donerà
Canto un’altra canzone
Andando al rione
Con te
Con te
Con te

Nacque un giorno Ondina
Fresca, sveglia, un po’ bambina
Lì da sola sorrideva al mare blu’…
Immersa nei suoi sogni d’oro
Sopra l’agile patino
Aspettava che arrivassi tu…
E da carta un po’ ingiallita
Un carboncino, una matita
Nacque un gran sorriso ed anche più…
E le maschere danzanti
Ognuna un dono volle farti
ed ecco te…

L’ho sognato a mia maniera
Ma è una storia vera
Che racconta BUR-LA-MAC-CO…
Nato da carta e matita
Poi ha preso vita
In questo cielo e in QUE-STO MA-RE…
Con triangoli e gorgiera
Torna a primavera
E riaccende il CAR-NE-VA-LE…
Lenta sale sul pennone
Accende l’emozione
E poi magia sarà…

Son passate guerra
Distruzioni e sofferenze
Ma il sorriso tuo è ancora lassù…
Quella Burlamacca è gioia
Sventola festosa in aria
Accende ed unisce tutti i cuor…
Anni di canzoni e amore
Dolci note del tuo cuore
Suonan su quel carro fino al blu…
La vedo che si muove e ruota
Coi suoi occhi un po’ ti scruta
è Carneval…

Tramonta il Sol che muore
Tre colpi esplosi già
Una voce tra il violino
Prende il cuore e se ne va…
Tra lacrime di luce
Che esplodono lassù
Ricordo ogni momento
Del Carneval che fu…

Vi ho narrato a mia maniera
Ma è una storia vera
Che racconta BUR-LA-MAC-CO…
Nato da carta e matita
Poi ha preso vita
In questo cielo e in QUE-STO MA-RE…
Con triangoli e gorgiera
Ci lascia a primavera
E saluta il CAR-NE-VA-LE…
Lenta scende sul pennone
Spegne l’emozione
Tra un anno torner…l’eterno Peter Pan…

Si aprono
in pieno inverno i nostri ombrelli per proteggerci
dalla caduta senza fine dei coriandoli,
ritorna in festa questa nostra terra magica,
che sia fantastica

Eccole
all’orizzonte sorge il suono delle maschere
sono tornate dopo un anno come rondini
ma dentro al cuore hanno tenuto sempre vivide
le nostre musiche

Viareggio oggi sarà un canto di libertà
felice culla data tutta alla felicità,
è come un respiro, come un prodigio, come un brivido
l’eterno attimo dei carri che si muovono
dei mascheroni in carta e ossa che ci osservano,
come un bambino che è rivolto all’infinito
rivolto al cielo, al cielo blu
Tu lo sai
il carnevale sarà sempre un campo fertile
dove la fibra dei tuoi sogni saprà crescere,
la nostra storia nasce in strada e va ai satelliti
ma resta semplice
Basta che
due o tre colori stesi insieme si ritrovino
come un accordo per la mano si trattengano
e il sole splenda oltre il confine delle nuvole
così che vivano

Viareggio oggi sarà un canto di libertà
felice culla data tutta alla felicità,
è come un respiro, come un prodigio, come un brivido
l’eterno attimo dei carri che si muovono
dei mascheroni in carta e ossa che ci osservano,
come un bambino che è rivolto all’infinito
rivolto al cielo, al cielo blu
No non saprò mai fermare
questa profonda emozione
come un’impronta che resta la voglio portare
sempre qua dentro di me

Perché Viareggio sarà un canto di libertà
felice culla data tutta alla felicità,
è come un respiro, come un prodigio, come un brivido
il carnevale vuole vele che si gonfiano
al vento caldo dei sorrisi che si aprono,
ricorda sempre la magia da cui sei nato
riflette il cielo, quando è più blu
Ricorda sempre la magia da cui sei nato
riflette il cielo, quando è più blu

Senti nell’aria quell’atmosfera speciale
tra la banda che suona ed un carro che va
Migliaia di gente, un cuore solo che batte
tra le stelle filanti ed un po’ di magia

E noi che ci stringiamo piano
come due coriandoli
Satelliti in orbita
tra il genio e la follia
Perché è un abbraccio universale
una storia che non finirà
una barca controvento ma che va

Resta con me questa notte
che scalderemo l’inverno
perché noi saremo
come un arcobaleno
i colori di questa città

A Viareggio è Carnevale e si fa festa
Tieni il tempo e segui il ritmo della cassa
È il momento di fare esplodere l’inferno
A Viareggio è Carnevale
ma che cosa vuoi di più
Io vorrei fermare il tempo
solo per avere solo un altro giorno così

Stelle che danzano in un circo spaziale
le scintille negli occhi e la luna lassù
L’essenza dei sogni e la ragione scompare
universo di vita e voglia di libertà

E noi che ci abbracciamo forte
alla felicità, fatta di polvere di sole
cartapesta e maschere
Intorno a noi un uragano
di coriandoli e di musica
tempesta che travolge la realtà

Baciami ancora una volta
E’ freddo lo so, non importa
Perché noi saremo
come un arcobaleno
i colori di questa città

A Viareggio è Carnevale e si fa festa
Tieni il tempo e segui il ritmo della cassa
È il momento di fare esplodere l’inferno
A Viareggio è Carnevale
ma che cosa vuoi di più
Io vorrei fermare il tempo
solo per avere solo un altro giorno così

Viareggio è il Carnevale, che cosa vuoi di più
Un altro giorno così
Viareggio è il Carnevale, che cosa vuoi di più
Un altro giorno così

Il diario di un carrista
rappresenta una realtà
di cartapesta ed anima
dove Viareggio è sua maestà.
Ma, è come ave’ una pulce in testa
Indomabile follia
l’abbozzo di una mezza idea
per la mania di queste mani
Ed ecco:
una macchina di sogni per bambini e 50enni
infiorettati di parrucche, mascherati divertenti
là, guardando il mondo su di un carro
insieme al re che lo ha ideato.
Lui è un carrista follemente innamorato
della Viareggio in cui son nato e spero morirci

A modo mio.
Apro le braccia al cielo e vivo a modo mio.
Oh!!!! Giovinetta vieni qua te la do io
Un’ esplosione di entusiasmo a esagera’!!!!!
Se a carnevale
il trucco c’è, basta ascoltar dentro al tuo cuore.
Tra quelle maschere potrai trovar l’amore.
Siamo una branca di cui non ti puoi scordar!!!
Tu, voi, con noi……

Il diario di un carrista
vive nella sua città,
donando forma e verità,
a ciò che forma poi non ha.
Elaborando marchingegni,
perfetti, magici
movimenti più complessi
Ma al ritmo di musica!!!!
E su!!! Tieni il tempo ,
con il piede è lo stesso,
lascia andare lo stress;
tutto passa in un lampo e
come il libeccio con il mare
ma, stracca cuori sul viale ;
sembra la Bomba del ’73!!!!

A modo mio
Apro le braccia al cielo e vivo a modo mio.
Oh!!!! Giovinetta vieni qua, te la do io
Un’ esplosione di entusiasmo a esagera’!!!!!
Se a carnevale
il trucco c’è, basta ascoltar dentro al tuo cuore.
Tra quelle maschere potrai trovar l’amore.
Siamo una branca di cui non ti puoi scordar!!!
Tu, voi, con noi……

…Con noi, con noi
difori per la vita
Insieme a voi, a voi.
Celebrando l’allegria
Perché tu vuoi, tu vuoi
Cantare e ballare finché puoi!!!!
…Con noi, con noi
Difori per la vita
Insieme a voi, a voi
Celebrando l’allegria
Perché tu vuoi, tu vuoi
Cantare e ballare finché puoi!!!!

A modo mio.
Apro le braccia al cielo e vivo a modo mio.
Oh!!!!Giovinetta vieni qua, te la do io
Un’ esplosione di entusiasmo a esagera’!!!!!
Se a carnevale
il trucco c’è basta ascoltar dentro al tuo cuore.
Tra quelle maschere potrai trovar l’amore.
Siamo una branca di cui non ti puoi scordar!!!
Tu, voi, con noi……

Il diario di un carrista
Rappresenta una realtà
Di cartapesta ed anima
Dove Viareggio è sua maestà.

Veloce il tempo se ne va
Fa come il vento quando passa
M’ han detto la felicità
È come un nome scritto sulla sabbia,
Quando sulla spiaggia arriva l’onda e lo cancella
Sfuma in un momento e proprio questa è la realtà
Non cambierà!

Viareggio salvami
Tra le tue braccia stringimi
Le tue canzoni spiegano che c’è un perché
Se voglio perdermi dentro di te
Nel mondo matto delle maschere
Qui la tristezza non mi troverà
Viareggio abbracciami per sempre
E non mi lasciare mai

L’arcobaleno si vedrà
Quando c’è il sole con la pioggia
Come un sorriso fiorirà
Sul viso dopo che i tuoi occhi han pianto
La felicità come chi viaggia nella nebbia
Ti cammina accanto solo che tu non lo sai
non la vedrai!

Viareggio salvami
Tra le tue braccia stringimi
Le tue canzoni spiegano che c’è un perché
Se voglio perdermi dentro di te
Nel mondo matto delle maschere
Qui la tristezza non mi troverà
Viareggio abbracciami per sempre
E non mi lasciare mai

È proprio lei ti metterà una maschera sul cuore
Ti nasconde da tutti e dalla realtà,
riuscirà a confondere tutto il grigio che ruota intorno a te
con i coriandoli volerai
come solo Viareggio sa far

Viareggio parlami
Come una mamma stringimi
Con le tue brezze baciami sempre così
È un tuffo dentro la felicità
Nel mondo matto delle maschere
Io voglio perdermi sempre di più
Viareggio abbracciami più forte
E non mi lasciare mai
Viareggio stringimi per sempre
Stringimi per sempre a te

È risaputo che con una mela al giorno
si può allontanare il medico dal tornio
oppure estrarre la spada nella doccia
per veder la faccia che fa Re Artù.
Ma se per caso fosse un pò rosso di sera
butta in fondo al mare un quarto d’aspirina
lo dice il detto che tutte le strade portano a
Viareggio,
portano fin qua…

Lascerò i pensieri altrove,
finalmente è carnevale ma
rimani qua buonumore!
Basta un gioco di parole, basterà un colore
poi chissà
se è mezzo pieno o mezzo vuoto il bicchiere…

C’era un dentista che era un pò giù di molare
perché non riusciva ad essere incisivo
e per un punto Martin perse la carpa
o forse era la carta o la calma non lo so!

Lascerò i pensieri altrove,
finalmente è carnevale ma
rimani qua buonumore!
Basta un gioco di parole, basterà un colore
poi chissà
se è mezzo pieno o mezzo vuoto il bicchiere…

Non è un peccato di gola mangiare coriandoli
se mentre parli ti arrivano in bocca
la musica e il tango, la nonna sul carro
viva Viareggio, viva il fox-trot!

Lascerò i pensieri altrove,
finalmente è carnevale ma
rimani qua buonumore!
Basta un gioco di parole, basterà un colore
poi chissà
se è mezzo pieno o mezzo vuoto il bicchiere…

Anche sul molo la scritta
“in te son nato” non è
stata fatta in un giorno solo
lo dice il detto che tutte le strade portano a
Viareggio, portano fin qua!

Tu che hai vissuto la guerra
Tu che hai più amici in cielo che in terra
Tu che pensi in bianco e nero
Tu che conosci il sapore del vero
Tu che “andava meglio quando andava peggio”
Tu che ricordi come era Viareggio
Tu che ora da solo passeggi sul molo
Non sai che a casa qualcosa è lì…per te

È un punto esclamativo che ti farà tornare vivo
È un punto colorato che sta lì dimenticato
Sopravvissuto e testimone di un momento spensierato
fiocco di carta posato sul cuor nato per metter di buonumor .. L’AMOR L’AMOR L’ AMOR

Un coriandolo è per sempre
lo ritrovi con stupore nella tasca di un cappotto di anni fa.

Sotto il letto, in un cassetto, nel risvolto di un colletto,
dentro a un vecchio cofanetto lui sta là

Nella scarpa sotto il tacco dentro il pelo di un colbacco,
tutto a un tratto da un anfratto uscirà

UN CORIANDOLO È PER SEMPRE
MA C’È UN FATTO E SAI QUAL È..
SI LA COSA SORPRENDENTE È CHE LUI
RITROVA TE !

Scampato alla scopa di uno spazzino
Nascondo nel buio dentro a un calzino
Sotto la zampa di un tavolino…eccolo là!

Sotto la gomma di una stampella, sopra il pedale di una Graziella ,
fuori stagione su un ombrellone lo puoi trovar

Spinto dal vento che soffia marino uno voló fino a Migliarino…
dove che Gino dal finestrino chiese: quant’è?

UN CORIANDOLO È PER SEMPRE
MA C’È UN FATTO E SAI QUAL È..
SI LA COSA SORPRENDENTE È CHE LUI
RITROVA TE !

Nella busta delle lastre , nel sollecito del gasse,
esorcizza le disgrazie e scaccia i guai!

Talismano Burlamacco, fiocco estratto dal sacchetto
come numero del lotto et voilà!

Ora che pensi al funerale ti ricorda un carnevale
e non vale più la pena di pensar

E quel prete dall’altare che ogni giorno guardi male
per l’invito al capezzale può aspettar
Si stasera getto il bastone e mi tuffo in quel rione ..
se la morte viene..DEVE BALLAR !

E quel prete dall’altare che ogni giorno guardi male
per l’invito al capezzale può aspettar
Si stasera getto il bastone e mi tuffo in quel rione
se la morte viene ..DEVE BALLAR!

Oh bella mia Viareggio,
mi fai sempre sognare
tra le montagne e il mare.

Cara mia Viareggio,
ritorno a respirare
un altro Carnevale

E ad un tratto tutto sembra semplice,
perché sento che sei la mia complice.

E dai Viareggio sono qui,
da Roma Termini
me vengo a diverti’.

Inizierò a canta’
la Coppa de Champagne
me fa emoziona’!

Perché sento che sei la mia complice,
e ad un tratto tutto sembra semplice.

E dai Viareggio sono qui,
da Roma Termini
me vengo a diverti’.

Inizierò a canta’
la Coppa de Champagne
me fa emoziona’!

E dai Viareggio sono qui,
da Roma Termini
mi vengo a diverti’.

Inizierò a canta’
la Coppa de Champagne
me fa emoziona’!

Voglio sognare perché
per un mese mi dedico a te
che mi prendi l’anima e il cuore mi porti sul mare
come in una favola.

Viareggio si veste di festa
e ti grida ballare non basta
il mantello in abbraccio ti avvolge prendendo un sorriso
è arrivato il tempo di sognare!

Vivi un giorno speciale
scendi sul viale e vieni a ballare,
ti conquista la mente ed il cuore
e ti dice: “Viareggio è un gran carnevale”
Balla Viareggio bella! con Burlamacco è nata una stella..
che dà tanta felicità a chi viene fin qua a vederci sfilare
Vieni, dai! qui con noi!
Mi batte il cuore neanche fossi un bambino
mi guardo intorno e c’è già un gran casino
la Burlamacca che si alza il cannone che scoppia è un delirio..
ora è tempo d’iniziare!

Vivi un giorno speciale
scendi sul viale e vieni a ballare,
ti conquista la mente ed il cuore
e ti dice: “Viareggio è un gran carnevale”

Ora, prendi la tua maschera e scendi
andiamo al rione io e te
Ti spiego qual è la sensazione che provo
di notte è più bello perché

Vivi un giorno speciale
scendi sul viale e vieni a ballare
ti conquista la mente ed il cuore
e ti dice: “Viareggio è un gran carnevale”
Balla Viareggio bella! con Burlamacco è nata una stella..
se un coriandolo fa carnevale la colla e il giornale formano un cuor
vieni, dai! qui con noi

Dai, libera!!! Su liberaaa!!!
Libera le braccia al vento,
assorbi il divertimento
e colora tutti i volti bui.
Sogna , prova, piangi e ridi.
L’importante è avere amici,
Ma altrimenti solo cosa fai?!

Non devi perder tempo,
oggi è un giorno splendido;
chinoni sul lavoro a tribolare tutto il giorno.
Risuona il cannone per poi esplodere nel ciel;
poi frullo per le scale, mica sono Spiderman.
Ma non mi importa niente e, malconcio filo imperterrito,
Vestito come Rambo !!! Sì, ma Rambo del Mexico!!!
Mia mamma dice: ” ciò che conta, in fondo ,sta nel cuor”.
E, ad occhi aperti, tutto questo è un sogno frenetico.

Dai libera! Su liberaa…
Libera le braccia al vento;
assorbi il divertimento
e, colora tutti i volti bui.
Sogna , prova, piangi e ridi.
L’importante è avere amici,
Ma altrimenti solo cosa fai?!
Battono le mani a tempo
E il vino gira nel cervello.
Siamo in un’ intrepida euforia.
Se qui ed ogni scherzo vale ,
È la magia del carnevale
Se un no provi non lo puoi sape’!!!!!
Finché un lo provi non lo puoi sape’!!!!!
Finché un lo provi non lo puoi sape’!!!!!

Nel mezzo a questa bolgia
mi rendo conto che ci sei tu.
Vestita seducente e sexy come Sailor Moon !!!
Ma, il tuo pensiero è dedicato a tipo, anche se;
si crede bello, ma non, di certo, è bello come me.
Dal carro esplode al massimo la canzone del mio cuor;
e corro all’impazzata lasciando Ken con il mio amor.
Chi avrebbe detto mai di piangere come un bimbo
che vestito da Rambo in Mexico è felice più di ieri.

Dai libera..su liberaaa…
Libera le braccia al vento;
assorbi il divertimento
e colora tutti i volti bui.
Sogna , prova, piangi e ridi.
L’importante è avere amici,
Ma altrimenti solo “cosa fai?!”.
Battono le mani a tempo
E il vino gira nel cervello.
Siamo in un’ intrepida euforia.
Sei qui ed ogni scherzo vale.
È la magia del carnevale
Se un lo provi non lo puoi sape’!!!!!
Finché un lo provi non lo puoi sape’!!!!!
Finché un lo provi non lo puoi sape’!!!!!

Balla sopra questo treno,
metti via il piede dal freno.
Fallo finché non ce la fai più.
Gioca, corri, salta e ridi,
l’importante è che ti fidi.
Io son felice!!!!!
Lo sei anche tu?!
Daje su con questa danza,
fai saltare tette e panza;
Shakera tutti i pensieri tuoi.
Viareggio urla il suo Natale,
E qui si chiama Carnevale.
Se un lo provi non lo puoi sape’!!!
Finché un lo provi non lo puoi sape’!!!!!
Finché un lo provi non lo puoi sape’!!!!!

Tornerò…tornerò a Viareggio
mi prendo il mio tempo e vengo lì,
lì da te
troverò salmastro e fiori
e tra i mascheroni storie di attualità
Ma basterà solo un attimo
che il giallo di quel coriandolo
mi scalderà il cuore ad ogni battito.

Resta per sempre la voglia di Carnevale
perché mi assale la spensieratezza che mi dà
quella magica follia, frutto di un’idea,
che puoi raccontare solo qua… solo qua…

Ballerò a ritmo con gli indiani,
pirati burloni abbracceranno un Pierrot
Canterò per questo inverno
il corso notturno insieme a chi lo vestirà
di stoffa cucita e tuniche,
di baveri bianchi e maschere
e mille colori senza limite!

Resta per sempre la voglia di Carnevale
perché mi assale la spensieratezza che mi dà
quella magica follia, frutto di un’idea,
che può raccontare solo chi tornerà qua!

Torna è facile…
Canzone resta qua
non ti lascio andare via, dolce melodia
sei la luce che non svanirà, finirà mai!

Quanto vale un’emozione se la lasci chiusa dentro?
Chiedi aiuto a un mascherone, capirai quel sentimento
Non lasciare entrare la tua rabbia
Sorrisi fai volar dalle tue labbra
Oggi inizia il Carnevale, come sempre tornerà
Quell’istinto naturale di abbracciar la tua città
L’amore troverà la sua sostanza
Se il tuo cuore non chiudi in una stanza

Immagina se il vento fermasse pure il tempo
Se usassimo i colori, per dirci un po’ ti amo
Vuoi crederci perché noi qui possiamo?

Viareggio è la magia, un aquilone appeso ai sogni miei
Viareggio è la magia, è quel bagliore in fondo agli occhi tuoi
Non esiste nessun altro posto
Dove il Carnevale cede addosso
Ed io la chiamo casa mia
Viareggio custode della fantasia

Non esiste temporale od altro sintomo diverso
Che potrà mai cancellare questo piccolo universo
E note in volo accendono le stelle
Coriandoli coloran la tua pelle

Immagina se adesso trovassi pure un senso
Di questa spensierata e ragionevole follia
Dargli un senso non ha senso perché è allegria

Viareggio è la magia, un aquilone appeso ai sogni miei
Viareggio è la magia, è quel bagliore in fondo agli occhi tuoi
Non esiste nessun altro posto
Dove il Carnevale cede addosso
Ed io la chiamo casa mia
Viareggio custode della fantasia

Viareggio è la magia, un aquilone appeso ai sogni miei
Viareggio è la magia, è quel bagliore in fondo agli occhi tuoi
Non esiste nessun altro posto
Dove il Carnevale cede addosso

Viareggio è la magia, un aquilone appeso ai sogni miei
Viareggio è la magia, è quel bagliore in fondo agli occhi tuoi
Non esiste nessun altro posto
Dove il Carnevale cede addosso
Ed io la chiamo casa mia
Viareggio custode della fantasia
Viareggio custode della fantasia!

Passeggio lento sul Viale Manin
Saluto il Viani, il Chini e il Sir Puccini.
Li sento che discutono vivaci, ci son pure calafati nel bozzone a lavorà.
Che meraviglia questo libertin!
Era di insigne artisti e letterati,
E se voglino male al Sir Pacini,
Maria Luisa fa di questo borgo una città.

Viareggio, vola,
Sciogli le tue vele
C’è un vento di passione che mi spinge verso te.
Tu solca il mare,
Nel dolce beccheggiare,
Risorgi con splendore, canta e balla insieme a me.

Tobino con trupine e con ganzù,
Gironzolano allegri là al piazzone,
Bonetti assorto guarda con ardore i colori che a Viareggio danno la felicità.
Enrico con Aurelio sono al bar
Mi guardano e sorridono fugaci
Mi giro mentre Egisto arriva in bici canticchiando la canzone che presto scriverà

Viareggio, vola,
Sciogli le tue vele
C’è un vento di passione che mi spinge verso te.
Tu solca il mare,
Nel dolce beccheggiare,
Risorgi con splendore, canta e balla insieme a me.

La nebbia dirada ora esce il sole
La nave al suo porto approderà
Ti accoglierà il calore delle maschere
Che porta in dono la felicità

Viareggio, vola,
Sciogli le tue vele
C’è un vento di passione che mi spinge verso te.
Tu solca il mare,
Nel dolce beccheggiare,
Risorgi con splendore, canta e balla insieme a me.

La nebbia dirada ora esce il sole
La nave al suo porto approderà
Ti accoglierà il calore delle maschere
Che porta in dono la felicità

O bamboretto, con Viareggio, un ci si fa!

E tutti cantano, e tutti ballano, e tutti suonano col burlamacco
E viene sera, sera, sera, sera
E tutti entrano e tutti escono e tutti applaudono
il burlamacco e la sua ondina, ondina, ondina, ondina
E tutti ammirano, e tutti guardano, e tutti sognano col carnevale
E viene sera, sera, sera, sera
E tutti mangiano, e tutti bevono, e tutti sfilano col burlamacco
E viene sera, sera, sera, sera
E a Viareggio si sfila col burlamacco
E la sua ondina, ondina

E tutti baciano, e tutti applaudono, e tutti amano con Viareggio
E viene sera, sera, sera, sera
E tutti in festa, e tutti inneggiano, e tutti cantano col burlamacco
E viene sera, sera, sera, sera
E Viareggio si sfila
Col burlamacco e la sua ondina, ondina.

natale è passato l’anno nuovo è gia qui
io prendo la mia auto e vado al corso cosi
trova da parcheggiare diventa una missione
il mio pensiero ora è il ricordo del rione
la gente qua festante sopra i carri in allegria
e quello che mi prende adesso è solo nostalgia
io mi ricordo i tempi di un coriandolo vagante
la gente sopra i carri che non era preoccupante
la fila, i biglietti, controlli a più non posso
metal detector perfino a burlamacco
e non parliamo poi del prezzo del biglietto
che nonostante l’iva è sempre in aumento
quanta gente incontrerai
che si lamenta a Viareggio
sempre pronta a criticare per qualsiasi evento
appena entro nel circuito sento gia la magia
anche se i carri son piccoli per la categoria
i colori son mancanti i movimenti son indecenti
le coreografie non sono affatto divertenti
la gente mascherata dentro ha brutti peluche
le maschere d’un tempo non le vogliono più
il carnevale che sognavo quando ero bambino
oggi è tutto un altra cosa e mi sembra un gran casino
dipinti, la schiuma, la musica heavy metal
pizza i panini, come alla partita
e non parliamo poi della musica che sento
ma siamo a carnevale o ad un concerto?
quanta gente incontrerai
che si lamenta a Viareggio
sempre pronta a criticare per qualsiasi evento

tirami il dito, tirami il dito, tirami il dito
perche oggi è carnevale ed ho la musica in testa
tirami il dito, tirami il dito, tirami il dito
perché oggi è carnevale ed una festa sarà
tirami il dito, tirami il dito, tirami il dito
perché oggi è carnevale e ogni problema svanisce
tirami il dito, tirami il dito, tirami il dito
perche oggi è carnevale e niente mi fermerà

con il tofanelli i carnevali più belli
quando i carri mascherati li volevan diversi
la gente che viveva solo di fantasia
nessuno a far le prove per la coreografia
se vivi di ricordi lo sai che ti fa male
ricordati soltanto che Viareggio è il carnevale
il regno delle fate forse non tornerà
ma non esiste niente come questa città
il sole, i tigli sul viale
il molo il faro, si specchia nel suo mare
i tempi son cambiati ma lo spirito è lo stesso
è inutile che dici “ma un tempo era diverso”

tirami il dito, tirami il dito, tirami il dito
perche oggi è carnevale ed ho la musica in testa
tirami il dito, tirami il dito, tirami il dito
perché oggi è carnevale ed una festa sarà
tirami il dito, tirami il dito, tirami il dito
perché oggi è carnevale e ogni problema svanisce
tirami il dito, tirami il dito, tirami il dito
perche oggi è carnevale e niente mi fermerà


vedere il casino sul viale
non si sente neanche il cellulare
dammi retta che lo porti a fare
chi ti vuole ti richiamerà
è soltanto che re carnevale
ora vuole la tua priorità
allegria e voglia di ballare
e un calcio nel di dietro alla realtà

Viareggio ride a carnevale
che cos’altro puoi volere
Viareggio sogna a carnevale
una maschera d’amore
secca poi la vuoi pigliare
a casa a piedi devi andare
Viareggio vive in una maschera
domani è un altro giorno si vedrà

se poi volgi lo sguardo al litorale
la poesia di Viareggio puoi ammirare
all’orizzonte il tramonto fa sognare
tra i gabbiani urla e biancheggia il mare
se la vedi ti puoi innamorare
è difficile da dimenticare
sulla pelle la puoi tatuare
e sii fiero della tua identità

Viareggio ride a carnevale
che cos’altro puoi volere
Viareggio sogna a carnevale
una maschera d’amore
se secca poi la vuoi pigliare
a casa a piedi devi andare
Viareggio vive in una maschera
domani è un altro giorno si vedrà

se secca poi la vuoi pigliare
a casa a piedi devi andare
Viareggio vive in una maschera
domani è un altro giorno si vedrà

chissà chi c’è sotto la maschera
Viareggio è un altro giorno si vedrà

guarda la mia città che balla
gente che si affolla
musica che cresce in ogni cuore qua ci molla
la fantasia del mare. maschere e colore
dai su non ti fermare questa notte è carnevale

mischiamo un po’ sogni e realtà
che questa notte mai non finirà
nate con noi maschere che vogliono solo assomigliare a te
guarda su quante stelle che ogni giorno se ne vanno verso il blu
questa nostra maschera che darà felicità a tutta la città ye ye ye

guarda la mia città che balla
gente che si affolla
musica che cresce in ogni cuore qua ci molla
la fantasia del mare, maschere e colore
dai su non ti fermare questa notte è carnevale

eeh, wooh, per tutta questa notte in riva al mare
yeye, wowoh
sei bella come un sogno a carnevale

sai, viareggio è felicità
tanti colori sulla mia città
tramonti che splendono già
il burlamacco ci accompagnerà
sai che tu bianco e rosso ti dipingi ed entri in questa nostra tribù
questa è la mia maschera che darà felicità a tutta la città ye ye ye

guarda la mia città che balla
gente che si affolla
musica che cresce in ogni cuore qua ci molla
la fantasia del mare, maschere e colore
dai su non ti fermare questa notte è carnevale
per tutta questa notte in riva al mare, yeye, wowoh
sei bella come un sogno a carnevale

sul molo io passeggio
coloro il mio disegno
prendo la tua mano
lenta va via piano
coriandolo sbiadito che cade sul tuo viso
la voglia di ballare, senti il baccanale
questa colorata nota calma l’anima agitata
sole in passeggiata non c’è
porto senza mare manchi te!

non c’è mare senza te
ti abbraccio e rivedo
quel pagliaccio che
torna ogni anno a ridere di se
l’attimo che fugge celiamo in un sorriso
il carro ci raggiunge
il cuore più non piange

questa colorata nota calma l’anima agitata
sole in passeggiata non c’è
porto senza mare manchi te!

non c’è mare senza te
non c’è porto senza te

ti ho nella mia testa
di notte tutto resta
tolgo il trucco sospirando
mi stai gia mancando!
coriandolo trascina, io mi lascio trasportare,
sulla rena in riva al mare amo te mio carnevale

questa colorata nota calma l’anima agitata
sole in passeggiata non c’è
porto senza mare manchi te!

non c’è mare senza te
non c’è porto senza te

e senza carnevale
vorrei mangiarti e sognare
se questo spirito è nell’aria è gia padrone di te
mascherati in alta definizione
tu sei la mia nuova attrazione
non conta più la nostra età
sei gia vita per me mi sa
e quel coriandolo è affascinante
quando si posa sul tuo labbro
mi tutto in fretta per baciarti ma tu ti giri e guardi un carro
carnevale eh, ci sarà un perché

Viareggio balla insieme a me
nascerà amore intorno a te
con sguardi smorfie e linguacce
non vedo l’ora di abbracciarti
e piovon caramelle che
raccolgo e regalo a te
parrucche rosse gialle e blu
e sotto ognuna ci sei tu
è carnevale eh, ci sarà un perché

è verità ed è eclatante
non voglio perdermi un istante
basta un bimbo sulle spalle a mimare quel gigante
io con la bandierina in mano
sto sventolando il mio ti amo
negli occhi tuoi mi sono perso
non sarà solo un riflesso
rimbomba la musica nel rione
creando onde nell’asfalto
corro per arrivare da te
dov’è finito il mio cell
è carnevale eh, ci sarà un perché

Viareggio balla insieme a me
nascerà amore intorno a te
con sguardi smorfie e linguacce
non vedo l’ora di abbracciarti
e piovon caramelle che
raccolgo e regalo a te
parrucche rosse gialle e blu
e sotto ognuna ci sei tu
è carnevale eh, ci sarà un perché

fermo tutte le mie emozioni
ammiro dal basso questo cielo
e non me ne frega niente
se piove o c’è il sole di notte
Viareggio è il nome che do a te

Viareggio balla insieme a me
nascerà amore intorno a te
con sguardi smorfie e linguacce
non vedo l’ora di abbracciarti
e piovon caramelle che
raccolgo e regalo a te
parrucche rosse gialle e blu
e sotto ognuna ci sei tu
è carnevale eh, ci sarà un perché

Link utili

  • Segui la pagina ufficiale del Festival di Burlamacco su Facebook e su YouTube!
  • Per tornare alla pagina delle edizioni passate clicca qui!
  • La pagina della storia del Festival la puoi trovare qua.
  • L’albo d’oro della manifestazione è riportato in questa pagina.
  • La tabella con tutte le canzoni del Carnevale di Viareggio la puoi trovare a questo link.