Le canzonette 2012

Ogni anno, un numeroso e affiatato cast di attori, musicisti e cantanti attende di esibirsi sui palcoscenici dei teatri cittadini, al fine di rendere omaggio alla comicità viareggina.

Una raffica di situazioni comiche investe i personaggi i quali, portando in scena in modo farsesco fatti di vita quotidiana ed eventi internazionali, danno vita a un fuoco pirotecnico di battute ricche di controsensi e battibecchi, gag, canzoni e soprattutto un mare di risate.

i maggiori esponenti sono stati sicuramente Egisto Malfatti e Enrico Casani. La Canzonetta è nient’altro che una commedia, tradizionalmente con parti musicali, in vernacolo locale che ogni anno viene portata in scena da gruppi teatrali locali.

Ecco cosa c’è quest’anno nel programma ufficiale del Carnevale 2012:

Burlamacco ’81. Inizierà la kermesse teatrale la Burlamacco ’81, che dall’11 al 18 febbraio presenterà Ci ciuccino anco il sangue. Otto scketches, che spazieranno come tradizione su vari argomenti locali e non, più la scenetta cantata, che si ispirerà ai Maya, ai quali l’anno 2012 sarà dedicato. Il cast non vede novità: saranno Claudio Morganti, Massimo Mazzolini, Alessandro e Luca Bonuccelli, Stefano Toncelli, Vincenzo Cagnolo, Lora Santini, Ilaria Francesconi, Valeria Pasquinucci e Federica Folini che si alterneranno sul palcoscenico del teatro Politeama e che terranno compagnia al pubblico per otto serate. La parte musicale è affidata al maestro Massimiliano Grazzini, le coreografie a cura di Rossella Ricci e i costumi della sartoria teatrale White.
La prevendita dei biglietti è già in corso presso il botteghino del teatro Politeama.

 

La Combriccola. Il 24 e 25 febbraio toccherà alla Combriccola che presenta al Politeama 2012: Delafia tocchiti!. Il titolo la dice tutta: ci vogliono davvero gesti scaramantici per affrontare il nuovo anno. E anche a Viareggio non sono da meno: per affrontare la pesante crisi economica comunale, il sindaco le prova tutte, ma quella uscita dalle sapienti penne di Lisa Turiani e Vasco Venturi è davvero originale. Detto degli autori dei testi, citiamo la parte musicale, che rappresenta la vera novità della Combriccola, affidata all’associazione musicale “Vivi Capezzano” diretta da Mirco Maggi, e la regìa, del confermatissimo Antonio Lucchesi. Il cast, oltre a Lisa Turiani e Vasco Venturi, vede il graditissimo ritorno di Gilberto Galletti, le conferme di Roberto Bocchini, Davide Betti, Maicol Lazzarini, Michela Dell’Innocenti, Eleonora Venturi e l’ingresso di Ilaria Venturi.
Anche per La Combriccola prevendita presso il Teatro Politeama.

 

La Banda di matti. Infine, dal 8 all’11 Marzo, la Banda di Matti andrà in scena al teatro Jenco con Incontri ravvicinati sul terzo poggione, ovvero Caschin tutti vi’, spettacolo portato in scena dagli Amici della Canzonetta di Enrico Casani nel 1979 e recuperata e riadattata dal gruppo viareggino. La storia, tra realtà e fantasia, prende spunto da due film che fecero epoca in quegli anni: “Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo” e “La febbre del sabato sera”, e che solo la magìa di Casani e Arrighini seppero intrecciare. La perfidia di Re Mingo che andrà a scontrarsi con Viareggio e il suo fascino (arriveranno in città personaggi di vario genere, dalle Nardettiere ai russi, dagli americani a Gordon, tutti a cercare i puntali di Pottanio, ma chi non si ricorda tutto ciò?) faranno il resto. Alla regìa Bobo Pasquinucci, che sarà anche colui che vestirà i panni che allora furono di Casani, affiancato dai confermati Davide e Andrea De Nisco, Stefano Toncelli, Gabriella Gori, Marzia Zanetti, Laura Nunes, Franco Esposito, Katia Pagnucci, Federica Michetti, Daniele Nunes e da qualche new-entry ancora da definire.
Dato che lo spettacolo va in scena a fine Carnevale, la vendita dei biglietti è ancora da stabilire e verrà resa nota in seguito.  Sicuri però la conferma di un matinée riservato alle scuole cittadine, e che la replica di domenica 11 marzo sarà pomeridiana (orientativamente intorno alle 15,30). Come da tradizione, l’incasso andrà totalmente in beneficenza (a breve saranno resi noti i beneficiari dell’iniziativa).

Illustri rinunce. La prima grossa novità sono le rinunce del Gruppo Teatrale Darsena e di Torrelagando.

Il Darsenasciò ha deciso di prendersi un anno di sosta che, come detto dal presidente Ruggero Sartini, servirà a ricaricare le batterie e a ritrovare idee ed entusiasmo. Già negli ultimi due anni si era notata una flessione nei lavori del Gruppo, che probabilmente ha fatto la scelta più sensata. Seguirà a breve un comunicato ufficiale della Compagnia nel quale verranno spiegati meglio i motivi della scelta.

Anche Torrelagando si ferma un anno. A causa di motivi di lavoro e di altri impegni improrogabili di alcuni componenti della Compagnia, il simpatico Gruppo torrelaghese non porterà in scena la sua Canzonetta. Come dicono gli organizzatori, sono pronti a ripartire meglio di prima per il 2013. Certamente queste due defezioni devono far riflettere: al di là delle motivazioni ufficiali, è evidente che le Compagnie più piccole, e quindi con risorse minori, si trovano a combattere un po’ con la crisi di idee e creatività (in tempi non sospetti, Egisto Malfatti più volte aveva lanciato l’allarme dicendo che la città di Viareggio da lì a poco non avrebbe più offerto spunti per costruirci spettacoli e scenette, il che, insieme ai mutati gusti e abitudini del pubblico, si è puntualmente veificato), un po’ con burocrazia e costi, che senza alcun aiuto esterno, vivendo quindi di iniziativa propria, può portare a tali conseguenze.

Previous Article
Next Article