Le risposte di Luca Lunardini

Ecco le risposte che abbiamo ricevuto dal candidato Sindaco di Viareggio Luca Lunardini, in merito alle dieci domande che abbiamo deciso di sottoporre a tutti i candidati a Sindaco di Viareggio.

1. Una Fondazione è la forma giuridica più indicata per l’organizzazione del Carnevale?
Al momento così parrebbe, ASSIEME, ne rivaluteremo l’effettiva opportunità.

2. È per un azzeramento dei vertici della fondazione o per la continuazione del lavoro svolto?
Non si tratta di nomi o di cambiamenti dovuti alla politici, ma semplicemente l’attuale, drammatica, situazione del nostro Carnevale impone una completa rivalutazione dei suoi vertici.

3. Qual è il giusto mix tra innovazione e tradizione?
Innoviazione nel marketing e nelle forme di pubblicizzazione, innovazione nelle manifestazioni correlate, tradizione per quel che riguarda il mondo della cartapesta.

4. È giusto avere 11 carristi in prima categoria a oltre 120.000 euro per opera?
Non è un problema di costi in se, ma del valore dell’opera svolta. Il costo deve essere proporzionale al lavoro eseguito.

5. Ritiene che si debba tornare a forme di avanzamento e retrocessione su parametri espliciti e scadenze regolari?
Credo che la “meritocrazia” sia opportuna in ogni realtà e quindi anche nel nostro Carnevale.

6. Che tipo di giuria deve giudicare i carri?
Viareggini competenti e rapprentativi del mondo del carnevale, non nominati per appartenenza politica.

7. L’Uccellona diventerà mai agibile?
Le perplessità su questa opera sono sempre state molte ma comunque, per quanto mi riguarda farò quanto possibile per raggiungere questo obiettivo. In viareggio abbiamo anche troppe “cose non agibili”…

8. Quali idee per la valorizzazione della Cittadella nei periodi che non siano l’estate ed il Carnevale?
In diretta collaborazione con le associazioni e con i viareggini che di carnevale si occupano, voglio utilizzare la cittadella tutto l’anno, rendendo gli hangar visitabili e godibili, dando vita ad un vero e attraente museo\parco del Carnevale, rendendo utilizzabile la cittadella anche per feste e non solo per spettacoli, realizzando una copertura leggera e rimuovibile ma certo adeguata a spettacoli nella stagione fredda.

9. Le aree limitrofe alla cittadella verranno usate per creare strutture dedicate al Carnevale?
Certamente: il Parco ed il Museo del Carnevale sono un’oppotunità da non perdere.

10. Come potrebbe essere promosso maggiormente il Carnevale a livello nazionale ed internazionale?
Un adeguato, specifico e professionale Ufficio marketing si occuperà di rilanciare l’immagine del carnevale, utilizzando anche altri veicoli come, a titolo di esempio, le trasferte del Pucciniano, durante le quali sarà propagandato anche il nostro Carnevale.

Previous Article
Next Article