Omaggio a Davino Barsella

Aperta a partire da sabato 30 giugno il Museo del Carnevale presenta la mostra dei bozzetti “OMAGGIO A DAVINO BARSELLA”, allestita nella sala centrale del Museo. Con questa mostra prosegue il programma di iniziative per la valorizzazione del patrimonio documentale conservato dal Centro Studi del Carnevale, che prevede un ciclo di rassegne dedicate agli artisti che con le loro spettacolari costruzioni di cartapesta hanno scritto la storia della manifestazione viareggina.

image

Davino Barsella, classe 1922 e scomparso nell’ottobre 1992, è stato fra i personaggi più autentici che il Carnevale  abbia mai avuto ed anche un apprezzato artista, tanto da diventare "il pittore delle carrozzelle", uno dei suoi soggetti prediletti e molto richiesti dai molti collezionisti che apprezzavano il suo lavoro. Nel 1946 entra a far parte del mondo del carnevale e nel 1949 debutta con la mascherata di gruppo "Padiglione degli specchi". Nel 1987 realizza il suo ultimo carro di seconda categoria “Mi riordo”, poi continua fino al 1991 la sua esperienza a fianco di Michele Canova, come consulente artistico.

Questa “mostra-omaggio” propone una selezione dei bozzetti delle costruzioni realizzate, da solo o in società, dal 1965 al 1987, che sono conservati  nel ricco archivio del Centro Studi del carnevale: “Calumet della pace” 1965, “L’oppio dei popoli” 1968, “La sciabia – Pesca di Carnevale” 1972, “Sulla spiaggia al di là dal molo” 1973,  “I cavalieri della tavola rotonda” 1975, “AltalenKissinger” 1976, “Arrosto che non tocca lascia che bruci” 1978, “Atlas Ufo Robot” 1979, “Siamo tutti fritti” 1981, “I forzati del Carnevale” 1983, “Indovina grillo” 1985, “Mi riordo” 1987.

La mostra resterà aperta, ad ingresso gratuito, fino al 21 luglio, con l’orario di apertura del Museo (giovedì-venerdì e sabato).

Previous Article
Next Article