I testi delle canzoni (2009)

I testi delle canzoni che partecipanti alla III edizione del festival di Burlamacco. 17 canzoni che si affronteranno in due appassionanti semifinali, il 22 e il 23 gennaio 2009. Di queste le migliori 13 accederanno alla finalissima prevista per il 24 gennaio 2009. Potete anche  scaricare il libretto in versione PDF.

Questi i titoli delle canzoni:

    -1- Carneval Liberty

    Musica di Anselmo Pulga, parole di Sileno Lavorini
    canta Mya Zani

    Da quei vial
    carrozze blu,
    son la Madam
    che appena scendo
    guardo te …
    vedo che qua
    c’è il Carneval,
    sento Viareggio
    che il mio cuor rallegrerà!
    È Liberty
    questa città
    tutta di fior
    tutta di festa
    sembra già …
    poi come il mare
    sarà grande
    il nostro amore:
    dice il libeccio
    ai miei capelli
    alla garçonne! …

    Rit.:

    Carneval Liberty
    e i carri con i buoi
    tre soldi di coriandoli
    io voglio regalare solo a te!
    La Coppa di Champagne
    qualcuno inventerà …
    sarà la mia Viareggio mascherata
    e sempre qui vorrei restar!
    Carneval Liberty
    poi il tempo vola via
    ma resterà Viareggio
    sole cielo mare amore
    ed allegria!!!
    Avevo in cuore
    la rivoluzione,
    con te per mano
    ho già questa canzone
    che canta i giorni
    di questa gioventù …
    di un grande amore di Carnevale!…

    Sole sul mar
    carezzi il blu,
    amore mio
    Viareggio ciao
    Ritornerò …
    poesie nel cuore
    mi scriverò,
    così per te
    penserò solo al Carneval!
    È Liberty
    questa città
    tutta di fior
    tutta di festa
    sembra già …
    poi come il mare
    sarà grande
    il nostro amore:
    dice il libeccio
    ai miei capelli
    alla garçonne! …

    Rit.

    Carneval Liberty
    poi il tempo vola via
    ma resterà Viareggio
    sole cielo mare amore
    ed allegria!!!
    Avevo in cuore
    la rivoluzione,
    con te per mano
    ho già questa canzone
    che canta i giorni
    di questa gioventù …
    di un grande amore di Carnevale!…

    -2- È Carneval!

    musica e parole di Daniele Biagini canta Daniele Biagini

    … è Carnevale! … è Carneval!
    Eccolo scendere lungo i viali
    Carneval con il suo re
    è un incontro che non ha uguali
    ti porterà con sé
    lui ti prende per mano e ti porta via
    e come per magia ti incanterà
    sotto il suo sguardo attento
    ti accompagnerà
    per Viareggio nella via del Carneval.

    Rit.:
    Perché a Viareggio nasce un incanto
    è come un brivido nel cuore
    sono fremiti d’amor
    l’amore che ci scalda
    e che ci dà la vita
    e per la vita in un abbraccio ci amerà
    perché Viareggio è già un incanto
    saprà donare sole, mare, amore
    e amare ti vorrà
    … e canta già! … e canta qua!
    …è festa!
    E resta in piedi e ammira la sfilata,
    cara Viareggio tu sei la più bella
    ed ora sorridi al mondo
    mostrando a tutti il nostro Carneval!

    … è Carnevale! … è Carneval!
    Scoppia in un applauso Piazza Mazzini
    arriva il Carneval,
    sono incontri senza confini
    tra gente di ogni età
    sa rapire la tua fantasia
    per pochi attimi niente conta più
    è tutta una follia che ti ricorderai
    questa è Viareggio, questa è la via del Carneval …

    Rit.

    …è Carnevale!
    …è Carnevale
    e tu potrai cantar con me è Carneval!

    Perché a Viareggio è già un incanto
    la la la …
    l’amore che ci scalda
    e che ci dà la vita
    e per la vita in un abbraccio ci amerà
    perché Viareggio è già un incanto
    saprà donare sole, mare, amore
    e amare ti vorrà
    … e canta già! … e canta qua!
    … è festa!
    E resta in piedi e ammira la sfilata,
    cara Viareggio tu sei la più bella
    ed ora sorridi al mondo
    mostrando a tutti il nostro Carneval!

    … è Carnevale! … è Carneval!
    … è Carneval! … è Carneval!
    … è Carneval!

    -3- E. T. canto una canzone

    musica di Lorenzo Biagini
    parole di Leonardo Dati e Andrea De Nisco
    canta Leonardo Dati

    Triste viaggia solo e con aria circospetta
    se ne va a spasso Elio e la sua bicicletta
    ora che ormai è disoccupato
    ora che l’hanno silurato
    Credevate d’aver trovato la migliore soluzione
    sostituendolo con Nanni Maglione
    ma adesso voglio il suo charme e il suo mantello
    vi ricordate quant’era bello!

    Ohi ohi ohi
    ma che tempi erano quelli
    tempi di Elio Tofanelli,
    so già che mi mancherà
    Ohi ohi ohi
    era veramente bello
    Elio con il suo cappello,
    chissà se ritornerà

    Basta, vorrei combattere quel vostro scetticismo
    l’unica rima che ho trovato è bigottismo
    cerco soltanto due parole
    con lui c’è sempre stato il sole
    Il fatto comunque rimane sempre e solo quello
    con lui ‘un s’è aperto mai neanco un ombrello
    come Lippi è tornato in nazionale
    rivoglio Elio al Carnevale

    Ohi ohi ohi
    ma che bella sensazione
    vedere Elio e il suo fioccone,
    in tribuna a smanacca’
    Ohi ohi ohi
    ma che tempi erano quelli
    tempi di Elio Tofanelli,
    nessuno mai lo eguaglierà

    La magia del Carnevale
    Non importa quel che si dice di me
    basta che se ne parli sia nel bene che nel male
    Un tripudio di luci e colori
    L’importante sono i costruttori
    La riscoperta della canzonetta
    Carnevale d’Italia e d’Europa è la nostra etichetta
    Una festa per grandi e piccini
    Il Carnevale va dato ai viareggini

    Ohi ohi ohi
    ma che tempi erano quelli
    tempi di Elio Tofanelli,
    nessuno mai lo eguaglierà
    Zan-zan

    -4- Viareggio mania

    musica e parole di Giacomo Facini
    canta Giacomo Facini

    Passano i carri del Carneval,
    i mascheroni e l’ambaradan:
    “Guarda quel caro di sicuro vincerà!”
    È il più bello della mia città.

    Non mi interessa se pioverà
    E questa festa comunque s’ha da fa’,
    dalla mattina io sono già là,
    a vederli uscì dalla loro città.

    Perché a Viareggio è un’istituzione,
    chi non va al Darsena è proprio un gran coglione,
    perché a Viareggio, per Carnevale,
    ogni rione è come un giorno di Natale.
    Perché a Viareggio ogni bambino,
    sta dentro un carro e mica dentro un passeggino.
    Così a Viareggio anche al mì nonno
    per Carnevale un ni viene mica sonno.

    Viareggio mia, sei sempre la mia città,
    ti guardo mentre il mondo sfila e va,
    Viareggio mia sei la più magica,
    tre colpi di cannone, l’inaugurazione
    e inizia il Carneval!

    Girando il mondo per carnevali,
    Spagna, Francia, sì son tutti uguali,
    l’unica cosa che ci manca un po’,
    vi i culi del Brasile un ci son.

    Anche il salmastro incide assai,
    meglio del rumme che danno alle Hawaii,
    e con un po’ di rosso a go go,
    per tutta la notte ballerò!!
    Perché a Viareggio è un’istituzione,
    col Croce verde noi chiudiamo il battaglione,
    perché a  Viareggio per Carnevale,
    stai ancora a giro anche se ti senti male,
    perché Viareggio è una poesia
    che finisce quasi sempre in delafia,
    perché  Viareggio è fantasia,
    colori e cartone e tutto il resto è magia.

    Viareggio mia,sei sempre la mia città,
    ti guardo mentre il mondo sfila e va,
    Viareggio mia sei la più magica,
    tre colpi di cannone, l’inaugurazione,
    e mi viene da brindà!!

    -5- Sinfonia viareggina

    musica di Andrea Caciolli
    parole di Manuel Santini
    canta Manuel Santini

    Nacque in riva al mare questo azzurro, quasi blu
    suona il minuetto e non la smette più
    da una strada antica il grigio fumo nascerà
    per donare sfumature alla città.
    Poi dalla pineta
    il verde fa una melodia,
    spunta dietro un’ombra
    l’amaranto che ha un’idea
    in un attimo Viareggio
    diverrà una sinfonia!

    Rit.:
    Sinfonia viareggina, sinfonia di colore
    ti sorride anche il cuore
    quand’è Carnevale su questa città.
    Sinfonia viareggina, sinfonia di colore
    è un inchiostro di mare
    che fa illuminare il buio che c’è…
    sinfonia viareggina.

    Quando Burlamacco
    farà luce sull’oblio
    eseguendo sì un adagio, ma con brio
    mille viole scacceranno
    ancora per un po’
    quella goccia
    sotto gli occhi di un Pierrot.
    Questi carri lungomare
    lasciano la scia
    sembrano lampare
    quando si alza la marea,
    è la sera che li accende
    e che li veste di magia…

    Rit.

    Sinfonia viareggina, sinfonia di colore
    ti sorride anche il cuore
    quand’è Carnevale su questa città…
    sinfonia viareggina…

    -6- Maschera bella

    musica di Paolo Marzulli
    parole di Anna Bonetti
    canta Maida Checchi

    Figlio di un artista itinerante
    di un rione di periferia
    soffio di Libeccio scarruffante
    fresca e spumeggiante è la tua scia
    oggi ogni pensiero è inesistente
    non ha il senso, il senso che non ho
    ma se vuoi esser gente fra le gente
    vivi il presente, è Carneval!

    Rit.:
    Maschera bella di Carneval
    sospesa tra sogno e realtà
    bella di gioventù
    a te io lascio ogni mia virtù
    bella da mori’
    a te il mio cuore ha detto sì
    bella di gioventù
    ora e nell’attimo che fu
    bella di gioventù
    ora e nell’attimo che fu.
    La notizia sembra un po’ inquietante
    dicono che l’han portata via
    a Viareggio qui è rassicurante
    la nutre di salsedine e poesia
    mai ci sfuggirà quella gaiezza
    l’abbiamo scritta nel DNA
    e certi siam di un’unica certezza
    chi ha l’amarezza, al Carneval!

    Rit.

    Bella da mori’
    a te il mio cuore ha detto sì
    bella di gioventù
    ora e nell’attimo che fu
    bella di gioventù
    ora e nell’attimo che fu
    ora e nell’attimo che fu.

    -7- …Però è Carnevale

    musica di Vasco Lari, parole di Pino Celi
    canta Vasco Lari

    Siam cee, giovani anguille
    colorate e saltellanti
    fra papere e scintille
    sul Vialone andiamo a mille
    Burlamacco è speciale
    in ogni occasion
    allora tutti in coro
    cantiamo una canzon.

    Rit.:
    È Carnevale
    nel vento di ponente
    confusa tra la gente
    c’è un’avvenente e attenta paperina
    è Carnevale
    Viareggio mia sirena
    spumeggi nella sera
    avvolta in un coriandolo di rena
    è Carnevale
    Viareggio tu sei triglia, tu sei seppia, un cavallone
    guizza guizza mio anguillon
    paperina, una vision
    Burlamacco tu sei il cuore
    la mia alba è una canzone
    e Viareggio il primo amore.
    Una papera
    qua qua qua qua qua qua
    cerca un po’ di là
    qua qua qua qua qua qua
    chissà dove andrà, chi amerà
    anguillone tu
    glu glu glu glu glu glu
    non ne posso più
    glu glu glu glu glu glu
    tu sei il cielo blu
    sei tu il mio blu.

    Burlamacco è speciale
    in ogni occasion
    allora tutti in coro
    cantiamo una canzon.

    Rit.

    Anguillone tu
    glu glu glu glu glu glu
    non ne posso più
    glu glu glu glu glu glu
    tu sei il cielo, tu
    sei tu il mio blu.

    -8- Viareggio baciami

    musica e parole di Massimo Domenici
    cantano Andrea Caruso e Daniele Toscano

    Di più, cos’era mai voler di più per lé,
    Sarà… ma oggi avverto quella libertà
    Di ridere e scherzare un pò con te…
    Volino bamboretti con l’aquilone
    Vol dì che c’è libeccio,
    Passa la circolare da Piazza Dante
    E ristiaccia ve tre piccioni
    Forse tu puoi credermi
    Più pazzo delle maschere
    Che illudono la gente come me.

    Rit.:
    Viareggio baciami coi tuoi coriandoli
    Per sempre abbracciami
    e saprò ridere
    Perché son maschere
    Ma più sincere e vere, libere!

    Sei tu che guardi il mondo
    e non noti che
    Qui c’è un far giocondo
    per le strade se
    Dipingi la realtà davanti a te…
    In via Garibaldi smoccola Gino
    ‘Un pole più sorpassà l’apino,
    Viale dei Tigli puppore e cosce
    “Made in Brasil” e vedrai che briosce

    Forse tu puoi credermi
    Più pazzo delle maschere
    Che illudono la gente come me.

    Rit.

    Forse tu puoi credermi
    Più pazzo delle maschere
    Che illudono la gente come me.

    Rit.

    Ma più sincere e vere, libere!

    -9- Balla balla mascherina

    musica di Stefania Goti, parole di Carlo Nocetti
    cantano Stefania Goti e Carlo Nocetti

    Luci di stelle su questa città
    aspetto l’alba in compagnia dei gabbiani
    in riva al mar.
    Il corso prende vita
    ed ogni bimba bella
    è pronta da rione
    sulla passerella.
    Rit.:
    Ecco arriva il nostro Re
    fa capo alla sfilata
    ed ogni creazione
    diventa una ballata
    balla balla mascherina
    Carnevale è gioia e vita
    balla in mezzo al baccanale
    dai colore al Maestrale
    balla balla senza tregua
    che s’allunga il girotondo
    balla questo Carnevale
    perché abbracci tutto il mondo.

    Ecco un treno di persone in mezzo ai mascheroni mentre impazza Libecciata
    suon di timpani e di ottoni
    l’euforia è Carnevale
    il coriandolo, una stella,
    il sorriso di un bambino,
    l’allegria non ha confine
    Carnevale tira i fili
    La magia non ha un perché.

    Rit.

    È una nota che svolazza
    che svolazza presso i paesi
    tra gli indù
    la risata di una maschera
    ci riporterà quaggiù.

    Luci di stelle su questa città
    aspetto l’alba in compagnia dei gabbiani
    in riva al mar.
    Il corso prende vita
    ed ogni bimba bella
    è pronta da rione
    sulla passerella.

    Ecco arriva il nostro Re
    fa capo alla sfilata
    ed ogni creazione
    diventa una ballata
    balla balla senza tregua
    che s’allunga il girotondo
    balla questo Carnevale
    perché abbracci tutto il mondo.

    -10- Carnevale impareggiabile

    Musica di Stefania Goti, parole di Michela Lombardi ed Elena Malfatti
    cantano Elena Malfatti e Simone Tardelli

    Un anno è già passato
    sul Molo di Viareggio
    con Burlamacco e Ondina
    in tutta la città
    non ti senti più solo
    dal Porto a Via Coppino
    riscaldati da un poncino
    sotto al ritmo di Fox Trot.

    Carneval impareggiabile
    su Viareggio il cielo splenderà
    brillerà per sempre il Carnevale
    a Viareggio festa si farà.

    Balleremo tutti fino all’alba
    tra emozioni, sogni e giochi senza età
    mascherati a festa
    ci abbandoneremo
    mille sguardi di serenità
    con Burlamacco e Ondina
    felicità è vicina
    sui carri mascherati
    ci siamo incontrati
    ci siamo innamorati su nel blu.

    Rit.:
    Carneval impareggiabile
    su Viareggio il cielo splenderà
    brillerà, per secoli è così
    a Viareggio festa si farà.

    Rit.

    Un anno è già passato
    sul Molo di Viareggio
    con Burlamacco e Ondina
    in tutta la città
    non ti senti più solo
    dal Porto a Via Coppino
    riscaldati da un poncino
    sotto al ritmo di Fox Trot.

    Rit. x4

    -11- Carneval Cabaret

    musica di Aldo Turiani, parole di Lisa Turiani
    canta Katia Pagnucci

    Se tu vuoi scordare, i problemi tuoi
    non c’è, niente e nessuno,
    più brava di me
    Colonna sonora, del mio baccanal
    sai ti conquisterà,
    è “Su la coppa di champagne”
    Se tutto ti stressa, tu lasciati andar
    vedrai, che noi saremo
    il tuo Carnevale
    Se ti senti solo, e cerchi l’amore
    dai, non indugiar,
    e vieni al Carneval Cabarét.

    Nata in Via della Gronda
    la mia scuola è il Moulin Rouge
    colleziono mille cuori
    da Parigi ad Hollywood
    se ti senti solo, e cerchi l’amor
    dai no, non indugiar,
    e vieni al Carneval Cabarét.

    Paillettes e lustrini, con tulle e lamé
    son di mille colori, coriandoli miei
    Colonna sonora, del mio baccanal
    sai ti conquisterà,
    è “Su la coppa di champagne”
    Come una soubrette,
    di un gran varietà
    son più di Marilyn e di Brigitte Bardot
    Se ti senti solo, e cerchi l’amore
    dai, non indugiar,
    e vieni al Carneval Cabarét.

    Se dimeno un po’ i miei fianchi
    e le ciglia sbatto un po’
    ti dimentichi persino
    nome e codice fiscale
    se ti senti solo, e cerchi l’amor
    dai no, non indugiar,
    e vieni al Carneval Cabarét.

    Se ti senti solo, e cerchi l’amor
    dai no, non indugiar, e vieni al Carneval Cabarét.

    -12- Il Re del Carnevale

    musica di Arduino Gottardo, parole di Franco Benedetti
    canta Giulia Pratelli

    Viareggio sei il Re del Carnevale,
    Burlamacco
    splendente in questo sole.
    Dopo l’Epifania le feste fai tornare,
    Con te ogni scherzo vale,
    con te ogni scherzo vale,
    tu metti l’allegria
    l’allegria in ogni cuore,
    Sei il Re del Buonumore
    sei il Re del Buonumore,
    Sei il Re del Buonumore,
    sei il Re del Buonumor.

    Rit.:
    Canta la canta e balla
    e ride ognuno al Carnevale
    Canta la canta e balla
    e ride di felicità.
    Canta la canta e scherza
    e ride ognuno al Carnevale
    Canta la canta e ride
    ognuno al Carneval!

    Viareggio sei il Re del Carnevale,
    Burlamacco
    splendente in questo sole.
    La gente ti vuol bene
    per quello che sai dare,
    Con te ogni scherzo vale,
    con te ogni scherzo vale,
    tu metti l’allegria
    l’allegria in ogni cuore,
    Sei il Re del Buonumore
    sei il Re del Buonumore,
    Sei il Re del Buonumore,
    sei il Re del Buonumor.

    Rit.

    Un giorno ero bambino e ti lasciai,
    Viareggio amore mio
    non so scordarti mai.
    Un giorno ero bambino e ti lasciai,
    Ma torno ogni anno
    e non ti lascio mai.

    Viareggio sei il Re del Carnevale,
    Burlamacco
    splendente in questo sole.
    Con ogni carro in festa
    la gioia fai tornare,
    Con te ogni scherzo vale,
    con te ogni scherzo vale,
    Tu metti l’allegria
    l’allegria in ogni cuore,
    Sei il Re del Buonumore
    sei il Re del Buonumore,
    Sei il Re del Buonumore,
    sei il Re del Buonumor.

    Un giorno ero bambino e ti lasciai,
    Viareggio amore mio
    non so scordarti mai.
    Un giorno ero bambino e ti lasciai,
    Ma torno ogni anno
    e non ti lascio mai.

    Rit. x3

    -13- La gioia d’esser nati qui

    musica e parole di Matteo Cima
    canta Matteo Cima

    Esco di casa in Via Fratti
    E già da qui sento il Monciatti
    Faccio la Via Marco Polo
    È Paradiso fino al Molo
    Sai ho visto il mare
    Sai ho visto il sole
    Sai ho visto te
    Guarda il mascherone
    Cogli l’emozione
    S’inizia a muovere
    E m’innamorerò
    Sul carro salirò
    E canterò di te.

    Rit.:
    Voleremo tra la gente tra i coriandoli
    Sentiremo questa gioia
    d’esser nati qui
    Troveremo un’emozione
    che ci porterà
    a intonare più che mai
    “La Coppa di Champagne”
    Noi saremo come stelle nella libertà
    Torneremo un’altra volta
    tanto non c’è età
    Con un soffio di libeccio
    e con una magia
    Carnevale viareggino
    Dai, portami via!

    Ho cantato a perdifiato
    Finisce il corso mascherato
    Il rione già m’aspetta
    Devo fare tutto in fretta
    E m’innamorerò
    Fra le altre ti vedrò
    E canterò di te.

    Rit.

    Voleremo tra la gente tra i coriandoli
    Sentiremo questa gioia
    d’esser nati qui
    Troveremo un’emozione
    che ci porterà
    a intonare più che mai
    “La Coppa di Champagne”
    Noi saremo come stelle nella libertà
    Torneremo un’altra volta
    tanto non c’è età.

    14- Coriandoli dal cielo

    musica di Fabrizio Bertolucci e Marco Bertuccelli, parole di Marco Bertuccelli
    canta Sara Cupiti

    Viareggio sei un teatro a cielo aperto
    C’è aria di magia fra le tue vie
    Bandiere e mascheroni su nel vento
    Mentre le fate cercano poesie
    Per dirle al triste che col broncio sta
    Dai vien con noi a ridere e cantar.
    È un trionfo ogn’or di luce
    È una botta di salute
    È una ruota senza verso
    che rifugge ogni tormento
    È uno scivolo d’amore
    che dà ali alle canzoni
    Sù muovete i vostri cuori
    E cantate insieme a me…

    Rit.:
    Scendono coriandoli dal cielo
    E un soffio di mare
    Sussurra “sii più sereno”
    Le onde brillano di fuoco
    Il sole s’accende a poco a poco
    Con un filo di colori
    Viareggio tesse le emozioni
    Non lasciare che svaniscano mai più.

    Con una chiave serra tutto ciò
    Che non ti dica “ridi assieme a me”
    In un castello chiudi tutti i guai
    Guarda che gioia dà questo viavai
    E brezze vibran di felicità
    Attraversan sibilando la città.

    Rit.

    È tenere un aquilone
    È raccogliere un lampone
    È vedere quelle vele
    È sentirsi come miele
    È una gioia senza tempo
    È volare come il vento
    Sù accendete i vostri cuori
    E cantate insieme a me…

    Rit. x2

    Non lasciare che svaniscano mai più
    Non lasciare che svaniscano mai più.

    -15- Nicchio viareggino

    musica di Mario Bindi e Lorenzo Fiorentino, parole di Simone Bronzini
    cantano Silvia Barbieri e Lorenzo Fiorentino

    Era un segno del destino
    essè un nicchio Viareggino
    solo un nicchio un pò speciale
    che nì garba il Carnevale
    in quel mese d’allegria,
    di schiamazzi e fantasia,
    per fortuna, per un po’
    i pensieri volan via…
    La mia casa è in fondo al mare adagiato sulla rena
    di quel morbido granello
    vigilando sempre attento
    che un mi chiappi (un lo chiappi)
    mai un rastrello.

    Rit.:
    Siamo buoni noi nicchietti
    con i pregi e coi difetti
    boni più de coltellacci
    semo Viareggini DOC!
    Qui nel mare blu turchese
    per fortuna un son lucchese
    sennò gamberi e meduse
    poi mi cantino così:
    “CHI NON SPINNA
    UN LUCCHESE È, È!”
    “CHI NON SPINNA
    UN LUCCHESE È, È!”

    Sono un nicchio molto attento
    a non commettere lo sbaglio
    di finire poi in padella
    col prezzemolo e con aglio
    non mi ritenere stucco,
    perché accetto quasi tutto
    ma un ci vado
    in quel piatto di Cacciucco!
    Perché voglio campà tanto
    per gustammi il Carnevale
    che per tutti noi nicchietti
    è una festa eccezionale
    fa sbocciare nuovi amori
    con la musica che picchia
    m’innamoro (s’innamora)
    della NICCHIA!

    Rit.

    Io ringrazio il mio destino
    che mi ha fatto Viareggino
    mi fa vivere emozioni
    lo sfilar dei mascheroni
    sono un nicchio un pò burlone,
    che ni garba andà al rione
    a ballare e ad imbriaassi
    con l’amico mio ciortone!
    Quando ascolto le canzoni
    del nostro Carnevale
    sai mi garberebbe tanto
    di mettimi a cantare
    ma la voce non mi esce
    e la cosa mi rincresce
    son muto (è muto) come un pesce!

    Siamo buoni noi nicchietti
    con i pregi e coi difetti
    ma è possibile che a noi
    un ci canti mai il Barghetti!
    Siamo buoni noi nicchietti
    con i pregi e coi difetti
    boni più de coltellacci
    semo Viareggini DOC!
    boni più de coltellacci
    semo Viareggini DOC!

    -16- Vecchio Bozzone

    musica di Francesco Toscano, parole di Lorenzo Manfredi e Antonio Salvati
    canta Francesco Toscano

    Com’eri bella mia spiaggetta,
    Chi ti riorda sai com’è
    È difficile scordare
    ciò che porti via con te
    Ho una canna bella pronta,
    il tuo posto so dov’è
    Ho un amo in fondo al cuore
    ce l’hai messo proprio te
    Guardo avanti vedo il mare
    ed è sempre un po’ più blu
    Poi mi giro vedo il molo
    cara mia non ci sei più
    Nella vita tutto cambia
    ed han cambiato anche te
    Il silenzio che portavi
    un mi riordo più che è

    Rit.:
    Al muraglione
    puoi trovare sempre amore
    Vecchio bozzone
    io ti lascio un po’ di  cuore

    Rit.

    Vedo un gozzo che rientra,
    è andata oppure no?
    Una cassa di sciortoni,
    se  li voi io te li do
    Ecco arriva da lontano
    seguo il volo di un  gabbiano
    Che poesia quando l’azzurro
    si confonde con il blu
    Non mi stanco di osservarti
    sullo scoglio me ne sto
    Così bello e naturale
    sembri un quadro di Van Gogh
    Il mare è bello, è di tutti
    per chi ha i soldi e per chi no
    Cara bella mì viareggio
    a che servino gli yacht?

    Rit. x2

    Che fantastica visione
    se ti guardo da quaggiù
    Come sfondo le montagne
    palcoscenico il mare blu
    Io t’immagino sempre quella
    di un tempo che ormai fu
    Un pò anarchica, popolare
    senza smog ed autobus
    E guardando la tù scritta
    mi vien voglia di imprecà
    Maledico quel destino
    che un si può più evità
    È difficile lasciare
    questa splendida città
    a Viareggio ci son nato
    ci vorrei anche crepà

    Rit. x2

    È già rosso questo cielo
    e si prepara a dormì
    Mentre tu lasci il tuo sonno
    ed incominci a ribollì
    Sono piccoli universi
    quelle macchine laggiù
    Sono nidi di passione
    consumata in gioventù
    Che sia carne o che sia amore
    non è lecito sapè
    Tu li accogli a braccia aperte
    senza chiedere un perché
    Eran timidi quei baci,
    ancora acerbi come età
    Se si pensa ad un futuro,
    non si sa poi dove andrà…

    Rit. x2

    Una luce in mezzo al mare
    e per me sai che cos’è?
    È l’abbaglio di un riordo
    che mi riporta lì da te…

    -17- Barcobestia universale (a Brunello Romani)

    musica e parole di Riccardo Caruso
    canta Katia Genovali

    Pensare al Carnevale
    sulla spiaggia in riva al mare,
    a Viareggio è una cosa normale!
    Viene voglia di cantare
    viene voglia di ballare,
    a Viareggio è una cosa normale!
    Se nella notte poi ti svegli
    in preda all’estro di creare
    non restare lì a dormire,
    su di un foglio annotare
    devi un brano musicale!

    Rit.:
    Dai calafati ai marinai
    maestri d’ascia, palombari ed operai
    sono già pronti là in cantiere
    a costruire un barcobestia universal!
    Che porti tutti al Carnevale,
    al Carnevale di Viareggio.

    Sorrisi sulla spiaggia
    sotto il sole in riva al mare,
    ad agosto è una cosa normale!
    Ma Viareggio non è male
    anche d’inverno a Carnevale,
    tutti insieme ci si può divertire!
    Qui nella notte non si dorme
    non si va mai a riposare,
    nelle strade di Viareggio
    non c’è tempo per pensare,
    solo baci e Carnevale!

    Un nuovo amore per sognare,
    oppure vecchio
    ma che scaldi ancora il cuor!
    Stelle filanti e mascheroni,
    solo coriandoli e carezze per amar!
    Andiamo tutti al Carnevale,
    al Carnevale di Viareggio.

    Ondina è già pronta
    sopra al carro in cima al viale
    Burlamacco invece si fa aspettare;
    c’è Bonetti disperato
    che lo insegue senza fiato
    s’è perduto
    nel suo corso mascherato.
    Qui nella notte non si dorme
    non si va mai a riposare,
    nelle strade di Viareggio
    non c’è tempo per soffrire,
    solo baci e Carnevale!

    Rit.

    -18- Di più Viareggio

    musica e parole di Massimo Domenici e Andrea Passaglia
    cantano Elena Allegri e Andrea Caruso

    Seguo la rotonda e giro l’angolo
    (e risei dov’eri come un bischero)
    un parcheggio là al vialone…
    no! non c’è! ma perché?
    un viene un assessore qui a vede’?!

    Di più, lo so che vuoi di più Viareggio
    non sei
    soltanto il viso di un pagliaccio
    gli occhi del grande Barbablù
    son di un gran genio la virtù
    ma tu viareggino puoi offrir di più
    a questa città!

    Là in piazza Mazzini
    c’era il re del Carneval
    (che ora sta cercando
    forse una nuova città)
    Burlamacco vagabondo
    tornerà? sì, tornerà!
    o Burlamacco qui devi restare!

    Di più, lo so che vuoi di più Viareggio
    non sei
    soltanto il viso di un pagliaccio
    pensa a Picciù e al Cavalcavia
    soffia un libeccio di poesia
    ma tu viareggino puoi offrir di più
    a questa città!

    Di più, lo so che vuoi di più Viareggio
    non sei
    soltanto il viso di un pagliaccio
    quando sei triste io lo so
    scende la lacrima a un Pierrot
    dai! regalati un sorriso
    ma non solo a Carneval.

    -19- Viareggio ballerà

    musica e parole di Daniele Biagini
    canta Daniele Biagini

    Il viareggino si sveglia sbadiglia s’affaccia alla finestra
    È festa e Piazza Mazzini è già pronta è Carneval
    Un’aria magica in testa
    Un po’ di coriandoli in tasca
    Re Carnevale ti prende
    e ti farà sognar.
    E lungo i viali s’accendono folleggiando i mascheroni
    È questo l’orgoglio più bello che ci possa dar
    I maghi di cartapesta
    La folla che fiera ora passa
    Re Carnevale più amore ti darà.

    Rit.:
    E ti trascinerà
    Con le sue grandi braccia abbraccerà
    Di cuore ti amerà
    In tutto il suo splendore ballerà.
    Viareggio ballerà
    Viareggio canterà
    Viareggio ti fa innamorar di sé
    Viareggio ballerà
    sembra una favola
    E come una stella in cielo brillerà.

    E passano i giorni e passano gli anni
    e ancora più di allora
    Da quel primo corso
    che nacque “mi sa” nel (18)73
    Non passa la voglia di festa
    La voglia di scendere in piazza
    Ma cresce quella voglia magica
    di restare qua
    Così si ricordano
    i vecchi tormentoni di una volta
    Le musiche intramontabili
    di Sadun/Maffei
    Due note piene d’amore
    Due frasi che accendono il cuore
    È il carnevale che il cuore scalderà.

    Rit.

    Se guardi in cielo quella stella
    ti ricorda Carneval!

    Tutte le canzoni sono state arrangiate e registrate da Daniele Biagini, ad eccezione della -5- di Andrea Caciolli, della -11- di Daniele Biagini e Aldo Turiani, della -17- di Giovanni Mazzei e della -18- di Massimo Domenici e Andrea Passaglia.
    CD mixato da Daniele Biagini – www.danielebiagini.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Countdown Carnevale 2021

days
0
-2
hours
-1
-1
minutes
-5
-9
seconds
0
-4

LA BANDIERA BURLAMACCA

IL QUADERNO DEI MASNADA

La pagina FB del Festival

Wiki Carnevale Viareggio