Testi delle canzoni (2011)

Ecco i testi delle canzoni partecipanti al Festival di Burlamacco 2011:

 

UN CORIANDOLO VIAREGGINO (parole: Pino Celi – musica: Vasco Lari)

Viareggina che ti vedo da lontano
Mi saluti con la mano
Sulla testa un cappellino con un fiore
Ed un sogno dentro al cuore
Carnevale anche quest’anno è ritornato tra di noi
Ha portato il suo calor
Una voglia poi mi assale, oh mio pazzo Carnevale
È arrivata l’allegria con tanto amor

Un coriandolo vola via
Per il cuore di mamma mia
Di Viareggio mia bambina sei la bella mascherina
Nel paese del Carnevale, sulla spiaggia vieni a cantare
Dolce maschera gentile, quattro salti all’arenile
Mio caro Burlamacco dove vai
Su vieni a baccanare insieme a noi
Girotondo poi a testa in giù
La mia stella su nel blu
Vedo il cielo vedo te
Carnevale sei il mio re

Viareggio sei stella tra le dita
Tu sei mare cielo sei la vita
E questo coriandolo d’amore
E come una freccia, ti coglie nel cuore
E tu mascherina palpitante
Tu sei come un’onda spumeggiante
Non essere triste volare tu puoi
Dai su non pensare, vieni a ballare, ti voglio baciare

Mio caro Burlamacco dove vai
Su vieni a baccanare insieme a noi
Girotondo poi a testa in giù
La mia stella su nel blu
Vedo il cielo vedo te
Carnevale sei il mio re

Viareggio sei stella tra le dita
Tu sei mare cielo sei la vita
E questo coriandolo d’amore
E come una freccia, ti coglie nel cuore
E tu mascherina palpitante
Tu sei come un’onda spumeggiante
Non essere triste volare tu puoi
Dai su non pensare, vieni a ballare, ti voglio baciare
Non essere triste volare tu puoi
Dai su non pensare, vieni a ballare, ti voglio baciare

 

LA BANDIERA BURLAMACCA (parole: Simone Simonini – musica: Alessandro Casini)

La bandiera Burlamacca sventola sulla città
Se il vento l’accarezza la pernacchia lei ti fa
Sorride un po’ beffarda dalla cima del pennone
E quando sale “delafia che emozione”
è nata da un disastro l’idea della bandiera,
che diventasse il simbolo di una città intera,
la tempra ed il coraggio di non buttarsi giù,
la forza di rialzarsi quando non ce la fai più
E la Burlamacca è magia
E la Burlamacca è fantasia
E la Burlamacca è solidarietà
E la Burlamacca è la città
Ci dice Burlamacco dall’alto del pennone
“Un pollice sul naso potrebbe anche bastare
A prendere la vita un po’ meno seriamente
A dire a tutto il mondo “Non ci ferma niente!”
è nata da un disastro l’idea di una canzone,
che celebrasse ancora un simbolo d’amore
La forza ed il coraggio di ripartire ancora,
il volto di Viareggio dentro una bandiera
E la Burlamacca è magia
E la Burlamacca è fantasia
E la Burlamacca è solidarietà
E la Burlamacca è la città
E ora lo sberleffo lo facciamo noi
A chi passa sul viale, a chi vive la città
Perchè un pollice sul naso potrebbe anche bastare
A dire a tutto il mondo :
“Con Viareggio un ci si fa” (senza musica)
E la Burlamacca è magia
E la Burlamacca è fantasia
E la Burlamacca è solidarietà
E la Burlamacca è la città

 

VIAREGGIO UNICA (parole: Lorenzo Biagini e Andrea De Nisco – musica: Daniele Biagini)

Anni passati trascorsi e fuggiti,
cantando di te.
Vecchie canzoni antiche emozioni
che non passeranno mai più.

Eccoci pronti di nuovo, carichi come non mai,
ecco che ancora una volta cerchiamo di scrivere quello che sei.

Così comincia la lotta col tempo
e la penna va.
Poi se rileggi le prime parole
ti accorgi che esistono già.

Sembra che non ci sia niente da fare tutto è stato scritto però,
c’è chi Viareggio la fa ballare, c’è chi l’ha nell’anima questo lo so.

Come in un grande teatro,
mettiamo in scena il nostro spettacolo,
che per un mese ci porta via pensieri e malinconia,
e che di colpo trasforma, quello che adesso ti circonda.

Viareggio unica la fantasia che c’è in te
è un’incantevole realtà,
con meno logica e più musica diventa pazza la città,

no non c’è niente di più bello, vedere quanta gente c’è,
attenti passa una banda, un carro che incanta e tutti a naso in su.

C’è Burlamacco, un mostro, un pagliaccio,
ma cosa sarà.
Poi vedo un bimbo in collo al suo nonno,
per oggi non conta l’età.

Sembrano artisti di strada, quelle persone laggiù,
quando torni a casa sorridi pensando che forse l’artista eri tu.

Siamo in palcoscenico, protagonisti di un ruolo magico,
che per un mese ci porta via pensieri e malinconia,
tutti pronti a scherzare balliamo insieme in riva al mare.

Viareggio unica la fantasia che c’è in te
è un’incantevole realtà,
con meno logica e più musica diventa pazza la città,

no non c’è niente di più bello, vedere quanta gente c’è,
attenti passa una banda, un carro che incanta e tutti a naso in su.

Finita la festa, se quello che resta, è un po’ di nostalgia,

lo scopo è riuscito, ti sei divertito,
torna allora,
torna ancora,
ti aspettiamo qui.

 

L’AMORE A CARNEVALE (parole e musica: Matteo Cima)

Colori del tuo viso che risplendono per me
la melodia m’accende il cuore e sento che
io ti vorrei, ti abbraccio nella folla del rione, amore

Maschere dipinte che sorridono di noi
di questo amore cosi grande che risplende
e se lo vuoi, abbraccia quante maschere tu puoi

P.: Seguimi fra le stelle filanti
brividi per gli occhi tuoi diamanti
il tuo Burlamacco io sarò

Rit.: Perché ti voglio qui sul carro insieme a me
col mascherone che si muove su di te
è l’emozione che ti prende che ti fa
sentire dentro il nostro Carneval
in questo cielo in questo mare in questo blu
sì io m’accorgo che ti voglio sempre più
perché Viareggio su di te dipingerà
un carnevale di felicità

Tu stringimi la mano ancor più forte
e sotto i fuochi il nostro amore esplode
e sento che mi vuoi, così con te
coriandoli d’amore intorno a me

P.

Rit.

Rit.

 

VIAREGGINO (parole e musica: Massimo Domenici)

Strofa 1:
E inizia così
è come magia
dei carri la scia.

Coriandoli che
fan giallo il parque
tra strisce d’azzurro son quasi da te.

In riva al mare le onde si abbracciano
e sul tuo viso ogni notte mi arrampico

Strum.

E la pioggia lascia il posto al sole
se Viareggio canterà.

Rit: Son viareggino,sono sabbia sul viso
sono un carro col libeccio, un gabbiano nell’infinito
ora non mi fermerò
sarò l’artista più quotato
tra D’Arliano e van Gogh

Sono il verde del mare,il salmastro d’estate
se mi fermo in cima al molo un trabaccolo a largo appare
quando arriva il Carneval
mi sale un zumparindander di mille orchestre che fa:
la-a-aaa a-aaaa a-aaa la-laaa…

Strofa 2:
Io sono così
divento poesia
e lascio che sia

Dipingo l’età
non sono realtà
fin quando ogni stella del ciel non cadrà

rison bambino con quel mio giocattolo
son come vento che sfiora un coriandolo

e l’inverno per un mascherone
l’emozione porterà

 

PRENDI IN BRACCIO L’ALLEGRIA (parole e musica: Daniele Biagini)

parlato: Viareggio! Canta una canzone con gli artisti e i saltimbanchi.
purché racconti a tutti quanti il nostro Carnevale…
è la solita passione… ci nasconde è un’illusione
che riveste poi la gente di realtà
e a chi non ce la fa…. un sorriso…. più forza donerà!
non servirà coraggio per fidarsi di Viareggio
io lo faccio… prendi in braccio l’allegria…..

Ritorna la nostra felicità che come un onda un po’ di vita ti da
è già un’incontrollabile follia che ti riveste di suoni luci e magia
e noi che possiamo dire? che cosa si fa? gridiamo insieme: E’ QUI LA FESTA!!!

e presto…. un po’ di trucco ecco qua e resto fermo mano sul petto ed URRA’!!!
La Burlamacca in alto sventola la Passeggiata impazzerà
tre colpi di cannone e poi via… gli Squilli e…. sia Magia!

Viareggio canta una canzone con gli artisti e i saltimbanchi,
purché racconti a tutti quanti il nostro Carneval.
è la solita passione, ci nasconde, è un’illusione,
che riveste poi, la gente di realtà.

in pista per quattro salti a ballare il che non guasta.. e poi che male si fa.
è già un’inarrestabile euforia che ti riempie di baci sole e poesia.
tre colpi di cannone e poi via… gli Squilli e…. sia Magia!

Viareggio canta una canzone con gli artisti e i saltimbanchi.
purché racconti a tutti quanti il nostro Carneval
è la solita passione, ci nasconde, è un’illusione,
che riveste poi, la gente di realtà.

e a chi non ce la fa…. un sorriso…. che più forza donerà
non servirà coraggio per fidarsi di Viareggio
io lo faccio… prendi in braccio l’allegria…..

coro……………………………

è la solita passione, ci nasconde è un’illusione,
che riveste poi, la gente, senza tralasciare niente,
della nostra solita realtà.

 

SPLENDIDA VIAREGGIO (parole: Luca Del Carlo – musica: Massimo Domenici)

Oggi c’è grande fermento in città
Che tra poco arriva il nostro Carnevale
Persone gioiose accorrono già
Nel posto di magia e del baccanal
Le maschere e i carri sono già sul Viale
Aspettano con ansia il grande segnal che presto arriverà
Dare inizio alla festa più bella
Con enorme fantasia e un pizzico giusto di pazzia

Rit.:
Viareggio splendida visione
A te canto questa mia canzone
Ballo sotto al mascherone
Tu riaccendi l’emozione
Rendi vera l’illusione
Con i tuoi coriandoli
Che volano leggeri con le stelle filanti
E danno un sorriso a chi non ce l’ha più
Splendida Viareggio nel cuore resti tu
Chi viene qui poi non ti scorderà mai più

Oggi c’è un arcobaleno in città
Che riempie di colori accesi ogni via
E tutti festosi tra mito e realtà
Si fan travolgere da questa allegria
Tra note gioconde e cori in gran quantità
Tra bande e menestrelli che li vedi a strimpella’
Gente salmastrosa come me a centinaia qui ce n’è
Che balla e salta, la tristezza qui non c’è

Rit.:
Viareggio splendida visione
A te dedico la mia canzone
Cartapesta e lavarone
Burlamacco re burlone
Un Pierrot all’orizzonte
Osserva questo mare blu
Si unisce con il cielo, un grande palcoscenico
Sei unica, eguali non ne hai
Splendida Viareggio perfetta resti tu
Io ti prometto non ti lascerò mai più

Strum.

Ridi mia splendida città il Libeccio soffierà
Spazza i pinugliori e dà felicità

Rit.:
Viareggio splendida visione
A te canto questa mia canzone
Ballo sotto al mascherone
Tu riaccendi l’emozione
Rendi vera l’illusione
Con i tuoi coriandoli
Che volano leggeri con le stelle filanti
E danno un sorriso a chi non ce l’ha più
Splendida Viareggio un luogo assai perfetto
Qua la vita un sollievo troverà
Splendida Viareggio nel cuore resti tu
Chi viene qui poi non ti scorderà mai più
Splendida Viareggio, adesso è il tuo momento
Sei del mondo la città del Carneval

 

VIAREGGIO SEI BELLISSIMA (parole: Simone Bronzini – musica: Mario Bindi)

Viareggio sei bellissima! E’ grande l’amore mio per te.
Viareggio sei bellissima! Che favola da sempre sei per me.

“Viareggio in te son nato, in te spero morire”
Quel motto in cima al molo mi piace da impazzire!
Anche se sei cambiata, dolce Viareggio mia
Dal mondo dei ricordi, ti scrivo una poesia.

L’amore sopra un soglioro, l’odore di pinuglioro,
il volo di un coriandolo….è festa in ogni angolo!
In tanti c’han provato a cambia’ il tuo DNA….
“Nel sangue c’ho i coriandoli” e nessuno ce la fa!

Viareggio sei bellissima! E’ grande l’amore mio per te.
Viareggio sei bellissima! Che favola da sempre sei per me.
La Burlamacca sventola, ti dice che la festa ha inizio già.
Ti voglio bene, Viareggio e tu lo sai….
Lo giuro! Io non ti lascerò.

Il battere le mani per il Lenci ed il Casani,
Aurelio e il suo “Gastone”, Pierino mattacchione….
La musica dei grandi Sadun, Maffei ed Egisto
Dipingono una tela di vera rarità.

Con Burlamacco ed Ondina la festa impazzerà
Mi basta un “DELAFIA” e il cuore batterà.
In tanti son venuti e voglin comanda’….
Ma lo diceva Enrico: “Con Viareggio un ci si fa!”

Viareggio sei bellissima”……..

Finale: Ti voglio bene, ti amo e tu lo sai.
Lo giuro io non ti lascerò, lo giuro per sempre ti amerò!

 

IL CARNEVAL TI FA SOGNAR (parole e musica: Luca Del Carlo e Gabriele Cerri)

La la la la…
Oh mia bella mascherina ma perché ti butti giù
Asciugati le lacrime da quegli occhioni blu
Se la vita ‘un ti soddisfa e ‘un ti riesci a diverti’
Son salate le bollette e l’amore ‘un vol veni’
Presto dammi la tua mano, non scappare via di qui
Questo è un posto dove cantano così

Rit.:
È Carneval, la la la la
Anche solo per un giorno tutto passa
Il Carneval ti fa sognar
E la vita d’improvviso di sorride
Dopo un anno di lavoro ti vien voglia di scappa’
Vaghi per un’altra meta e non vuoi più ritornar
Hai trovato il posto giusto, qui c’è la felicità
Perché adesso ricomincia il Carneval
È Carneval, La la la la
Se chiudi gli occhi poi ti sembra di volar

La la la la…
Oh mia bella mascherina, non capisci? Questa qua
È la festa assai più grande che non puoi non ricordar
Quando arriva il Carnevale a me sembra di sognar
Quando sento una canzone mi vien voglia di cantar
Tutti quanti sono contenti di trovarsi ancora qua
E gioiosi cantan “Viva il Carneval!!!”

Rit.:
È Carneval, la la la la
Coraggio, provaci anche tu a lasciarti andare
Il Carneval ti fa sognar
Vedrai che prima o poi l’amore puoi trovare
Carnevale tutto l’anno si potrebbe anco inventa’
Per ‘un ave’ troppi pensieri e festeggiare qua e là
Tra rioni e veglioni ‘un si smette di balla’
Perché adesso sta impazzando il Carneval
È Carneval, la la la la
Vedrai Viareggio i tuoi sogni avvererà

(lento)
Oh mia dolce mascherina che l’amore vai a cercar
Non andar troppo lontano! Io son pronto, eccomi qua
Dammi un bacio lungo il molo, non ti devi vergognar
Anche questa è la magia del Carneval

La la la la, il Carneval ti fa sognar
È Carneval, fatti baciar
Il Carneval ti fa sognar
Carneval ti fa sognar
Viva l’amore, l’allegria e il Carneval

 

STRADE IN FESTA (parole: Francesco Donati – musica: Matteo Cima)

Nel grigio cittadino celo un sogno dentro me
evadere, gridare voglio esser un re
l’impiego in ufficio non mi vuole andare giù
le code in autostrada per andar su e giù
se vieni per un mese a Viareggio a folleggiar
quaggiù in piazze e strade si fa Carneval
imbocca l’autostrada presto dai non indugiar
c’è un mondo colorato che ti sta aspettar
e arrivo
qui si avvera ogni sogno
di coriandoli travolto
e guardare i carri a testa in su
e allora

rit.
siamo tra le strade in festa di Viareggio
e c’entra nella testa come un gran solfeggio
la verità
il Carneval quaggiù è libertà
vola con la musica che nasce in mare
s’alza come vento e incinta mette le vele
che sarà
l’aria che qui sto a respirar
lo smog delle strade buie peste di città
dimentico alla svelta perché sto a cantare
questa canzone fatta solo per farmi gridar
Viareggio sei l’amore tu sei il carnevale
sui viali
qui si avvera ogni sogno
di coriandoli travolto
e guardare i carri a testa in su
e allora

rit.
siamo tra le strade in festa di Viareggio
e segno sulla mappa questo gran carteggio
e immaginar
di non indossar più la maschera
di essere davvero noi a camminare
e tutti i giorni poter ridere e scherzare
non finirà
qua a Viareggio mai il Carneval…
perché tra le strade in festa di Viareggio
c’è quel gran mistero che ti resta dentro
ti fa sognar
il mondo per un giorno mascherar
e di esser davvero qui a regnare
tutti i giorni farei ridere e scherzare
non finirà
qua a Viareggio mai il Carneval

 

LAMPI DI MEMORIA (parole: Simone Remedi – musica: Stefania Goti)

Str.
Oh Burlamacco ciao, un dormi mia,
lo senti che silenzio che armonia.
La Passeggiata che eleganza in legno,
Puccini, Zacconi e grande ingegno.
Al mondo il più bello è ‘l Margherita,
carozze, orchestrine e dolce vita.
Negli occhi Piazza Grande che colore,
bambini, nonni, mamme e tanto amore.

Rit.
Te la riordi, Viareggio mia,
di quel tempo che ‘un c’è più
nel ciel volava un aquilone,
era del mitico Picciù.
Ma che spettacolo al Politeama,
il grande Egisto, musica e poesia.
Ai rioni si facevino le mosse,
si ballava colle “Facce Rosse”,
e ora che anco ‘l Micio c’ha lasciato,
che tristezza ‘l tempo ‘un s’è fermato.

Str.
Nell’aria c’è la voce di Brunello,
ti dà tranquillità come un fratello.
La musica del Pulga dentro ‘l cuore,
e Gianni ‘l Lenci il nostro grande attore.
Maccioni, Moschino e la Zorria,
amici che s’incontrin per la via.
Skofic la Robertona e Ventofino,
ormai sono al largo s’un patino.

Rit.
Te la riordi, Viareggio mia,
di quel tempo che ‘un c’è più,
nel ciel volava un aquilone,
era del mitico Picciù.
Ma che spettacolo al Politeama,
il grande Egisto, musica e poesia.
Ai rioni si facevino le mosse,
si ballava colle “Facce Rosse”,
e ora che anco ‘l Micio c’ha lasciato,
che tristezza ‘l tempo ‘un s’è fermato.

Oh Viareggino, tu che sei vero,
invenzione e fantasia.
Riccioli neri e un po’ geniale,
eri tu, Beppe Bugia.
Aurelio e ‘l Casani erin meglio di Sciarlò,
in via Battisti c’era sempre ‘l bar Sciapò.

Rit.
Te la riordi, Viareggio mia,
di quel tempo che ‘un c’è più,
nel ciel volava un aquilone,
era del mitico Picciù.
Ma che spettacolo al Politeama,
il grande Egisto, musica e poesia.
Ai rioni si facevino le mosse,
si ballava colle “Facce Rosse”,
Burlamacco son lampi di memoria.
Perché Viareggio è unica, è gloria.

 

PIOGGIA DI CORIANDOLI (parole e musica: Alessandro Pasquinucci)

Sognerò
ad occhi aperti
un mondo magico
e con passione
poi mi tufferò
in un oceano di poesia
che è dolce melodia.

Volerò
e grandi mascheroni
incontrerò
ed il cannone
adesso sentirò
perché ha inizio la follia
che ci trascina via.

Ma su coraggio dammi la mano
e poi segui il ritmo fatti portare
dentro questa festa
che sarà? E’ carnevale!
Prendi la tua maschera
tra la folla potrai ballare
quando l’allegria poi scoppierà…..
Ed ora
salta in aria
sopra il carro
ti puoi scatenare
e dal cielo scende giù
una pioggia di coriandoli (coriandoli).
Balla e canta
senza sosta
immergiti del tutto
nella festa
che diventa sempre più
un’ onda per chi è nato qui.

Guarderò
e un’ emozione nuova
proverò
la mia città
sempre più amerò
un sentimento, una pazzia
che è la vita mia.

Canterò
si con il cuore
io canterò
sul viale a mare
mi trasformerò
lasciando spazio all’allegria
che non andrà più via.

Ma su coraggio dammi la mano
e poi segui il ritmo fatti portare
dentro questa festa
che sarà? E’ carnevale!
Prendi la tua maschera
tra la folla potrai ballare
quando l’allegria poi scoppierà…..
Ed ora
salta in aria
sopra il carro
ti puoi scatenare
e dal cielo scende giù
una pioggia di coriandoli (coriandoli).
Balla e canta
senza sosta
immergiti del tutto
nella festa
che diventa sempre più
un’ onda per chi è nato qui.

Sognerò
Volerò
Guarderò
Canterò

Ed ora
salta in aria
sopra il carro
ti puoi scatenare
e dal cielo scende giù
una pioggia di coriandoli (coriandoli).
Balla e canta
senza sosta
immergiti del tutto
nella festa
che diventa sempre più
un’onda per chi è nato qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Countdown Carnevale 2021

days
0
-4
hours
-1
-9
minutes
-4
-1
seconds
0
-1

LA BANDIERA BURLAMACCA

IL QUADERNO DEI MASNADA

La pagina FB del Festival

Wiki Carnevale Viareggio