Icona Burlamacca caricamento
CarNeVaLaRi.it
Le canzoni del Carnevale dal 1960 al 1969

Le canzoni del Carnevale dal 1960 al 1969

I testi delle canzoni del Carnevale di Viareggio dal 1960 al 1969. Potete ascoltare i brani e leggere i testi qua sotto:

Se si dovrà cantare, canteremo;
se si dovrà suonare, suoneremo;
con trombe, piatti, pifferi e tromboni,
scateneremo l’ugole e gli ottoni;
felici di vegliare
chi non sa più capire
e zum zum zum
attacchiamo, qualcosa accadrà.

Di colpo si spalancano i portoni,
curiosi se ne vanno sui balconi
a commentar quel chiasso indiavolato
chiedendosi che mai sarà accaduto;
persino il buon curato
è apparso sul sagrato
e zum zum zum
attacchiamo, qualcosa accadrà.

Lo faremo con la banda
per la sua felicità.

Lo faremo con la banda (zum zum zum)
questo coro, tutti insieme (zum zum zum);
ad un cuore senza nome
che dormire non potrà;

canteremo al chiar di luna (zum zum zum),
suoneremo a tutto spiano (zum zum zum)
e siam certi che al richiam
un amore nascerà.

Verso il cielo con le note saliran
mille sogni, mille amori;
per il mondo lietamente se ne andran
a portar felicità.

Lo faremo con la banda (zum zum zum)
questo coro appassionato (zum zum zum)

per un cuore innamorato
che sperando se ne va.

Maschere, maschere, maschere,
volteggiano felici
tra musiche d’amor.
Maschere, maschere, maschere,
folleggiano gioconde
sul ritmo del tuo cuor!
M’illumino di gioia,
m’illumino di sole,
il cielo di Viareggio
è fatto per sognare, amare…
Maschere, maschere, maschere,
teniamoci per mano
per non lasciarci più,
perché son maschere,
splendide, vivide,
fragili maschere
e nulla più!

Maschere, maschere, maschere,
volteggiano felici
tra musiche d’amor.
Maschere, maschere, maschere,
folleggiano gioconde
sul ritmo del tuo cuor!
M’illumino di gioia,
m’illumino di sole,
il cielo di Viareggio
è fatto per sognare, amare…
Maschere, maschere, maschere,
teniamoci per mano
per non lasciarci più,
perché son maschere,
splendide, vivide,
fragili maschere
e nulla più!

Son maschere!

Mister Carnevale,
sei ritornato, comincia la “folie”,
questa vacanza sarà sensazionale,
ci sei mancato
ed ora tu sei qui!
Mister Carnevale,
la grande festa così comincerà:
con questo sole, con questo azzurro mare,
Viareggio il benvenuto ti da!

Ti sei portato ventiquattro favolosi frac,
bastoni e cilindri,
libretti di cheques
ed un fantastico castello per le gran soirees,
tra il verde dei pini,
è pronto per te.

Mister Carnevale,
Viareggio tutta aspetta solo te:
sorrisi di donne,
coriandoli e stelle,
un mondo felice vedrai…
Poi, come tutti gli anni,
ci saluteremo:
Mister Carnevale goodbye!

Ti sei portato ventiquattro favolosi frac,
bastoni e cilindri,
libretti di cheques
ed un fantastico castello per le gran soirees,
tra il verde dei pini,
è pronto per te.

Mister Carnevale,
Viareggio tutta aspetta solo te:
sorrisi di donne,
coriandoli e stelle,
un mondo felice vedrai…
Poi, come tutti gli anni,
ci saluteremo:
Mister Carnevale goodbye!

Sfolgorante, sorridente,
nel tuo cielo blu
Viareggio sei bella.
Ammaliante, seducente,
splendi tu perché
devi accogliere il tuo Re!

È Carnevale,
sulla spiaggia torna il sole
e nell’aria profumata
c’è una musica di vita
mentre va la mascherata.
È Carnevale,
ogni cuore vuol godere.
Dalla maschera sottile
scherza ognuno come vuole,
dice gaio: “Tutto vale”.

Le maschere son belle,
le bimbe sono stelle,
le bocche cercan baci,
corretele a baciar!

Oh che follia,
tutto puoi dimenticare
e cantare in allegria:
“È Carnevale!”

È Carnevale.
È Carnevale
.

Le maschere son belle,
le bimbe sono stelle,
le bocche cercan baci,
corretele a baciar!

Oh che follia,
tutto puoi dimenticare
e cantare in allegria:
“È Carnevale!”

È Carneval!!!

Mettete i crucci al bando
e le complicazioni,
solo in un mondo
senza finzioni.
La maschera a cui, triste,
fu infarinato il viso
al nuovo riso
la sua bocca schiuderà…

È Carneval,
qual messagger giocondo.
Viareggio va
ad invitare il mondo,
a ritrovarsi in un comune fremito,
a unire tutti i cuori in un sol palpito.
È Carneval,
se il mondo ascolterà
ben presto nel cielo
non più nuvole, ma serenità…

Per te, lido cortese,
si ridipinga in rosa
ogni paese
ed ogni cosa.
Con te spieghi le vele,
la gioia universale,
viver che vale
se non c’è felicità…

A ritrovarsi in un comune fremito,
a unire tutti i cuori in un sol palpito.
È Carneval,
se il mondo ascolterà
ben presto nel cielo
non più nuvole, ma serenità…
Non più nuvole, ma serenità.

Bambine belle, se vi piace il mare
venite insieme a noi, si va a Viareggio.
È una città d’incanto,
regina dell’estate,
è il regno conosciuto delle fate.
Il sole della spiaggia bacia tutte,
non sta a veder se sono belle o brutte.
Il mare vuol cantare
la sua canzon d’amore,
è un ritornello che vi piacerà.

E quando è Carnevale
le mascherine cantano così:
“Baciatevi, perché ogni scherzo vale;
baciatevi sognando notte e dì, sì sì!”.

Bambine belle, se volete amore
venite insieme a noi, si va a Viareggio.
Il Carnevale impazza e a tutte donerà
con Burlamacco la felicità.

È una città d’incanto,
regina dell’estate,
è il regno conosciuto delle fate.

Il mare vuol cantare
la sua canzon d’amore,
è un ritornello che vi piacerà.

E quando è Carnevale
le mascherine cantano così:
“Baciatevi, perché ogni scherzo vale;
baciatevi sognando notte e dì, sì sì!”.

Bambine belle, se volete amore
venite insieme a noi, si va a Viareggio.
Il Carnevale impazza e a tutte donerà
con Burlamacco la felicità.

È un ritornello che vi donerà…
con Burlamacco la felicità!

Carnevale che lavi un gran Mondo
per correggerlo ancora di più…
Ci ridoni con fare giocondo
la speranza e l’amore quaggiù…
Spensierato, che ai giovani cuori
sai donare sì grandi virtù…
pur lavando Colonie ai Signori
e spezzando la ria servitù…

Libertà…libertà…
il negretto godrà…
e la Mafia quaggiù
lavata è già
Perchè…
Comandi solo te…

Grande Mago, che intendi lavare
le vergogne di un mondo sì Bel
estirpando radici del male
e asciugando il lavato nel ciel…
Fa che ognuno ritorni ridente
qui a Viareggio, che è terra di fior…
e s’inebri con cuore guadente
inneggiando al gran Re dell’amor.

Viaregginella,
bambina bella,
senza di te
gioia non c’è,
non c’è allegria.
Del Carnevale
sei la regina,
perché anche tu
sei come noi
straviareggina…

Burlamacco ti chiama per nome,
Arlecchino t’invita alla danza,
Pulcinella e il dottor Balanzone
fanno a gara cantando così…

Viaregginella,
gaia monella,
dolce fiore
di Versilia,
vita e cuore
del Carnevale…

Burlamacco ti chiama per nome,
Arlecchino t’invita alla danza,
Pulcinella e il dottor Balanzone
fanno a gara cantando così…

Viaregginella,
gaia monella,
dolce fiore
di Versilia,
vita e cuore
del Carnevale…

Dolce fiore
di Versilia,
vita e cuore
del Carnevale.

È Carnevale, è Carnevale,
è Carnevale, è Carneval…

Viareggio,
sei la più bella,
così bella, così bella
col tuo cielo e col tuo mar…
E col tuo mar.
Viareggio,
è Carnevale,
oggi vale, oggi vale
ogni scherzo fatto a me
e fatto a te…

Regina
sei dell’amore,
dell’ardore, del calore
che alla vita tu sai dar…
Che tu sai dar.

Viareggio,
sei il più bel sogno,
fra i miei sogni
che rivivo oggi col tuo Carneval.

Viareggio,
sei la più bella,
così bella, così bella
col tuo cielo e col tuo mar…
E col tuo mar.
Viareggio,
è Carnevale,
oggi vale, oggi vale
ogni scherzo fatto a me

e fatto a te…

Regina
sei dell’amore,
dell’ardore, del calore
che alla vita tu sai dar…
Che tu sai dar.

Viareggio,
sei il più bel sogno,
fra i miei sogni
che rivivo oggi col tuo Carneval.

Vieni,
se ti vuoi divertir,
in questa compagnia sarai felice.
Canta
e non pensare più
a tutto quello che la gente dice.
Vieni,
sorridi e non tardar,
il Carnevale, credi, vuol così.
Bacia
chi vuoi baciar
perché ogni bocca dice “sì”!

Nessuno pensa male
se ti prendi quel che vuoi:
viva la libertà!
Ti piacerà la vita
se ti fermi qui con noi:
viva la libertà!
Viareggio in Carnevale
vuole dire gioventù:
corri, che vuoi di più?
Se vieni nella nostra società
ci troverai felicità!

Vieni,
sorridi e non tardar,
il Carnevale, credi, vuol così.
Bacia
chi vuoi baciar
perché ogni bocca dice “sì”!
Vieni,
se ti vuoi divertir…
Vieni,
se ti vuoi divertir…

L’inverno addormenta le cose,
è l’estate soltanto un ricordo,
ma qualcosa si sveglia nell’aria
quando i maghi parlano di Carnevale.
Allora lungo il corso,
miracolo o magia,
ritornano le maschere,
i carri, l’allegria.

Quando arriva Carnevale,
si risveglia l’allegria,
c’è nell’aria e per le strade
come un brivido d’amor.
Burlamacco ride, ammicca
tra i suoi carri tutti d’oro,
mentre il cielo con il mare
fanno un coro tutto blu.

Le ragazze viareggine
fanno tutte innamorare,
mentre corre per le strade
il Libeccio dell’amor.

Quando arriva Carnevale
si risveglia l’allegria,
c’è nell’aria e per le strade
come un brivido d’amor.

Burlamacco ride, ammicca
tra i suoi carri tutti d’oro,
mentre il cielo con il mare
fanno un coro tutto blu.

Le ragazze viareggine
fanno tutte innamorare,
mentre corre per le strade
il Libeccio dell’amor.

Quando arriva Carnevale
si risveglia l’allegria,
c’è nell’aria e per le strade
come un brivido d’amor.
C’è nell’aria e per le strade
come un brivido d’amor.

Link utili

  • La tabella con tutte le canzoni del Carnevale di Viareggio la puoi trovare a questo link.
  • L’albo d’oro delle canzoni del Carnevale di Viareggio è riportato in questa pagina.